FXEMPIRE
Tutti
Ad
Pubblicita'
Pubblicita'
Fabio Carbone
Aggiungi ai segnalibri
Volano i bancari e Brexit

Quasi Brexit e le banche private presenti sul suolo del Regno Unito fanno sentire la loro voce, anzi, secondo quanto riferito dal ‘The Telegraph’, fanno sentire la loro minaccia al governo di Boris Johnson che sta traghettando lo UK verso l’Atlantico.

Le banche più grandi al mondo presenti in terra britannica, chiedono 4 miliardi di sterline di detassazione annua dopo Brexit o ascolteranno le tante “sirene” che dall’Unione Europea le stanno chiamando.

Pubblicita'
Sai Dove il Mercato è diretto? Approfittane 

CFDs are complex instruments and come with a high risk of losing money rapidly due to leverage. The vast majority of retail investor accounts lose money when trading CFDs. You should consider whether you understand how CFDs work and whether you can afford to take the high risk of losing your money.

L’informazione è non confermata dal Ministero del Tesoro Britannico, ma secondo la fonte citata dal quotidiano inglese, le banche hanno esercitato tutta la loro pressione sul Cancelliere Sajid Javid.

In particolare la preoccupazione delle banche riguarderebbe il prossimo piano di spesa che il ministero del Tesoro britannico presenterà a marzo, in cui verranno annunciati grandi piani di spesa per il nord dell’Inghilterra. Le banche sperano che la politica non si sia dimenticata della City di Londra e che voglia investire anche qui, per rassicurare le compagnie e gli investitori che per il mondo della finanza c’è ancora speranza.

Macron e il “tappeto rosso” alle banche inglesi

Secondo la fonte anonima citata dal The Telegraph, il presidente francese Macron starebbe corteggiando in ogni modo le banche private su suolo britannico, affinché scelgano Parigi nel post Brexit.

Pubblicita'

La preoccupazione delle banche nel post Brexit

Molte banche sono preoccupate dal post Brexit, perché non sanno se vi sarà un accordo tra lo UK e l’UE che consentirà loro di continuare le attività nell’Unione senza soluzione di continuità.

Molte compagnie assicurative hanno già aperto una sede in uno stato membro dell’UE da tempo, e così hanno fatto anche alcuni servizi di pagamento digitale che si sono spostati in Irlanda. Anche nel campo delle criptovalute c’è chi ha già in parte lasciato Londra, è questo il caso di Coinbase che per i clienti dell’Unione Europea ha aperto una sede in Irlanda.

10mila posti di lavoro a rischio

Se il Governo britannico e le banche non dovessero trovare un accordo sulle tasse loro imposte nel 2010 a causa della crisi finanziaria, tasse che sono state applicate come punizione per aver contribuito alla crisi, alcune tra le più grandi potrebbero lasciare il Paese di sua maestà e approdare in Normandia per poi raggiungere Parigi o una qualsiasi delle capitali europee pronte ad accoglierle.

Deutsche Bank, che già di suo ha seri problemi strutturali, impiega 4mila dipendenti a Birmingham insieme ad HSBC; JP Morgan da sola ne impiega altri 4mila a Bournemooth e Barclays ne impiega 1.700 a Sunderland ed Edimburgo.

Se tali banche dovessero spostare le attività di back office all’estero, il colpo all’economia non sarebbe solo sul piano finanziario e dell’accesso agli investimenti, che andrebbero importati, ma anche sul piano dell’economia reale con perdita di numerosi posti di lavoro se si considera anche l’indotto.

Brexit il 31 gennaio, ormai manca poco

Mancano pochi giorni all’uscita ufficiale del Regno Unito dal Trattato dell’Unione Europea, il 31 gennaio sarà l’ultimo giorno “insieme” anche se avremo ancora davanti a noi un anno di transizione.

Secondo alcuni un anno di transizione è troppo poco dopo quasi 50 anni di “strana convivenza” tra il Regno Unito e l’UE. Tuttavia va ricordato che il Paese non si è mai pienamente integrato, non usa l’euro e per questo è sempre rimasta ai margini dell’area euro, pur facendo parte dell’economia europea e dell’unione doganale per le persone e le merci.

Ci sarà ancora molto da conoscere sulla Brexit, e ne sapremo di più nel corso del 2020.

Non farti sfuggire nulla!
Scopri cosa sta muovendo i mercati. Iscriviti per un aggiornamento giornaliero consegnato alla tua email.

Fai Trading Con Un Broker Regolamentato

DISCLAIMER IMPORTANTE
Il contenuto fornito su questo sito web include notizie generiche e pubblicazioni, le nostre analisi, opinioni personali e contenuti forniti da terze parti, che sono intesi solo per scopi di istruzione e ricerca. Non costituisce e non dovrebbe essere letto come raccomandazione o consiglio a intraprendere qualsiasi azione, inclusi investimenti o acquisti di qualsiasi prodotto. Prima di prendere qualsiasi decisione finanziaria, dovresti effettuare le tue proprie valutazioni, applicare la tua discrezione e consultare solo i soggetti competenti di tua fiducia. Il contenuto del sito web non risulta diretto personalmente a te e noi non possiamo tenere in considerazione la tua situazione finanziaria e i tuoi bisogni. Le informazioni contenute in questo sito non sono necessariamente fornite in tempo reale né risultano necessariamente accurate. I prezzi qui riportati potrebbero essere forniti da market makers e non dalle borse. Qualsiasi operazione di trading o altra decisione finanziaria che farai ricadrà sotto la tua piena responsabilità e non dovresti affidarti completamente a nessuna informazione fornita in tutto il sito. FX Empire non offre nessuna garanzia riguardante le informazioni contenute nel sito e non si può assumere alcuna responsabilità per qualsiasi perdita finanziaria di trading che puoi patire per esserti affidato a qualsiasi informazione contenuta in questo sito. Il sito web può includere pubblicità e altri contenuti promozionali e FX Empire può ricevere un compenso da terze parti in relazione al contenuto. FX Empire nono appoggia le terze parti, non raccomanda l'utilizzo di alcun servizio e non si assume la responsabilità per qualsiasi utilizzo di servizi o siti web forniti da terze parti. FX Empire e i suoi dipendenti, agenti, filiali e associati non sono responsabili e non dovrebbero essere ritenuti tali per alcuna perdita o danno risultante dal tuo utilizzo del sito o dal tuo affidamento sulle informazioni fornite su questo sito.
DISCLAIMERS DI RISCHIO
Questo sito include informazioni sulle criptovalute, contratti differenziali (CFDs) e altri strumenti finanziari, e sui brokers, le borse e altre entità che effettuano trading in questi strumenti. Sia le criptovalute che i CFD sono strumenti complessi e presentano un elevato rischio di perdere il proprio capitale. Dovresti considerare attentamente se comprendi il funzionamento di questi strumenti e se puoi permetterti di sostenere il rischio elevato di perdere il tuo denaro. FX Empire ti incoraggia a effettuare le tue ricerche personali prima di effettuare qualsiasi decisione d'investimento, e di evitare di investire in qualsiasi strumento finanziario di cui tu non abbia una comprensione completa sul funzionamento e sui suoi rischi.