FXEMPIRE
Tutti

Accordo sul commercio Usa – Cina, timido e con tante incognite

L’accordo sul commercio Usa – Cina, annunciato venerdì, non convince e viene considerato timido e con tante incognite, a partire dagli acquisti in agricoltura.
Fabio Carbone
commercio Usa – Cina

Lo scorso venerdì Washington e Pechino hanno annunciato il raggiungimento di un primo accordo bilaterale sul commercio delle merci tra i due Paesi. Un accordo atteso da tempo e che ha portato su anche i mercati finanziari in questo inizio di settimana (SSE Index +1,78%). Ma l’accordo non convince pienamente e ha tutta l’aria di essere una tregua. Se volessimo leggerlo sotto il profilo della strategia politica, e volendo interpretare in questo caso quella di Trump, potremmo supporre che è il tentativo del presidente Usa di portare a casa un altro punto a favore da spendere nella campagna elettorale per le elezioni del 2020.

I punti non chiari di questo accordo preliminare sul commercio Usa – Cina, infatti, sono vari e il primo riguarda gli acquisti nel comparto agricoltura da parte della Cina.

Il mistero sui 16 miliardi di acquisti in agricoltura

Il Rappresentante per il commercio degli Stati Uniti Robert Lighthizer, ha riferito che la Cina acquisterebbe 16 miliardi di dollari di beni agricoli annui, per i prossimi due anni (2020 – 2021). Ma come riporta Cnbc, questa cifra appare come non realistica e a confermare i dubbi la riluttanza nel fornire cifre da parte del portavoce cinese durante la conferenza stampa che annunciava il preaccordo.

Il comparto delle esportazioni agricole è cruciale per gli Usa. Secondo i dati del Dipartimento dell’agricoltura estera degli Usa, la Cina è passata da secondo maggiore esportatore di prodotti agricoli nel 2017, al quinto posto nel 2018 (9,2 miliardi di dollari di acquisti). Per gli agricoltori statunitensi un danno economico significativo.

Un primo accordo sul commercio Usa – Cina non ancora firmato

È bene sapere che quello di venerdì è stato solo un annuncio da parte degli Usa e della Cina, per ora la firma su questo accordo preliminare sul commercio tra le due potenze non c’è ancora.

I testi da 86 pagine devono essere prima tradotti, verificati da un punto di vista legale e solo allora si potrà passare a una firma.

La firma potrebbe essere apposta sul preaccordo nella prima settimana di gennaio 2020 secondo Reuters, ma le incognite non mancano. Cnbc, citando l’esperto di economia e commercio con la Cina Scott Kennedy, ha riferito che questo è il quinto preaccordo annunciato prematuramente e poi non più sottoscritto.

Quindi bisogna andare cauti e attendere che sia davvero firmato prima di poter dire che la guerra dei dazi tra Usa e Cina è sulla vera strada della risoluzione.

La strategia cinese

Se l’obiettivo politico di Trump è mostrare agli americani che lui ci sa fare e che è lui il presidente giusto per governare gli Usa nei prossimi quattro anni di mandato (da gennaio 2021), anche la Cina ha la sua strategia.

La Cina è da un anno che temporeggia nel tentativo di dilungare i tempi, per arrivare ad un accordo vero solo dopo le elezioni Usa del novembre 2020. Questo perché Xi Jinping spera di non doversi più trovare a negoziare con l’amministrazione Trump, ma con una amministrazione democratica, più vicina alla Cina.

E poi, la Cina il prossimo anno entrerà a far parte del Regional Comprehensive Economic Partnership (RCEP), il quale sarà il più grande accordo commerciale mai siglato nella storia dell’umanità. Comprenderà l’Asean, il Giappone, la Cina e l’Australia tra le altre. Una mega area di libero scambio delle merci.

Il RCEP, se sarà firmato, dimostrerà che la strada giusta sono gli accordi negoziati senza tensioni e senza la minaccia di fare guerre, fossero anche solo commerciali.

Non farti sfuggire nulla!
Scopri cosa sta muovendo i mercati. Iscriviti per un aggiornamento giornaliero consegnato alla tua email.

Ultimi Articoli

Vedi tutto

Espandi Le Tue Conoscenze

Vedi tutto
IMPORTANT DISCLAIMERS
The content provided on the website includes general news and publications, our personal analysis and opinions, and contents provided by third parties, which are intended for educational and research purposes only. It does not constitute, and should not be read as, any recommendation or advice to take any action whatsoever, including to make any investment or buy any product. When making any financial decision, you should perform your own due diligence checks, apply your own discretion and consult your competent advisors. The content of the website is not personally directed to you, and we does not take into account your financial situation or needs.The information contained in this website is not necessarily provided in real-time nor is it necessarily accurate. Prices provided herein may be provided by market makers and not by exchanges.Any trading or other financial decision you make shall be at your full responsibility, and you must not rely on any information provided through the website. FX Empire does not provide any warranty regarding any of the information contained in the website, and shall bear no responsibility for any trading losses you might incur as a result of using any information contained in the website.The website may include advertisements and other promotional contents, and FX Empire may receive compensation from third parties in connection with the content. FX Empire does not endorse any third party or recommends using any third party's services, and does not assume responsibility for your use of any such third party's website or services.FX Empire and its employees, officers, subsidiaries and associates, are not liable nor shall they be held liable for any loss or damage resulting from your use of the website or reliance on the information provided on this website.
RISK DISCLAIMER
This website includes information about cryptocurrencies, contracts for difference (CFDs) and other financial instruments, and about brokers, exchanges and other entities trading in such instruments. Both cryptocurrencies and CFDs are complex instruments and come with a high risk of losing money. You should carefully consider whether you understand how these instruments work and whether you can afford to take the high risk of losing your money.FX Empire encourages you to perform your own research before making any investment decision, and to avoid investing in any financial instrument which you do not fully understand how it works and what are the risks involved.
SEGUICI