FXEMPIRE
Tutti

Petrolio: analisi fondamentale giornaliera, previsioni – Le festività negli USA favoriscono un calo di volatilità

C’è una domanda speculativa e c’è una domanda reale. La domanda speculativa è legata all’accordo commerciale tra Cina e Stati Uniti: non è ancora reale. Il rapporto sulle vendite di veicoli peggiore del previsto di oggi dalla Cina è la realtà.
James Hyerczyk

Lunedì i future sul petrolio greggio statunitense West Texas Intermediate e quelli sullo standard internazionale, il Brent, si muovono su terreni contrastanti, in una giornata caratterizzata da un volume di scambi estremamente basso a causa delle festività degli Usa. Oggi il Chicago Mercantile Exchange, la Borsa di New York e il Tesoro degli Stati Uniti sono chiusi, quindi più tardi il trading potrebbe entrare in stallo. Gli scambi in atto avvengono sul mercato telematico, il che di solito presuppone un volume inferiore alla media, ma non necessariamente al di sotto della volatilità media. Capita che dei trader possano approfittarne e potremmo osservare picchi di volume. Oggi anche gli orari di trading sono limitati.

Alle 10:25 GMT, i future sul greggio WTI con scadenza ad aprile si attestano a $ 56,17, in rialzo di $ 0,19 (+0,34%), mentre i future sul greggio Brent con scadenza ad aprile si attestano a $ 65,92, in calo di $ 0,33 (-0,50%).

I prezzi stanno arretrando di inizio sessione dopo che la Cina ha riportato un calo delle vendite di automobili a gennaio per il settimo mese, suscitando preoccupazione circa la domanda di combustibile nel secondo maggior utilizzatore di petrolio. Secondo il report di un’associazione industriale, il mese scorso le vendite di veicoli cinesi sono diminuite del 15,8% rispetto allo stesso mese del 2018. Continua la tendenza del 2018, in cui la Cina ha registrato il primo calo annuale delle vendite di veicoli mai registrato.

Il rapporto prosegue dicendo che a gennaio le vendite di cosiddetti veicoli a nuova energia, che includono i veicoli elettrici, hanno registrato un aumento del 140%, sottolineando le aspettative che nei prossimi anni la domanda di petrolio delle auto potrebbe raggiungere il picco in Cina. I trader continuano ad aspettarsi che i tagli alla produzione promossi dall’OPEC riducano l’eccesso globale e stabilizzino i prezzi. Inoltre, i mercati stanno anche ricevendo sostegno dalle sanzioni statunitensi sulle esportazioni di petrolio venezuelano. Le speranze di un accordo commerciale tra Stati Uniti e Cina contribuiscono a dare supporto ai prezzi.

Fra le altre notizie, la scorsa settimana le imprese statunitensi dell’energia hanno aumentato il numero di piattaforme petrolifere operative di tre unità, per un totale di 857 (dati di Baker Hughes, società di servizi energetici, in un rapporto settimanale pubblicato venerdì scorso). Il numero di impianti è ora superiore a quello di un anno fa. L’andamento dei prezzi di oggi indica con forza che la domanda è ancora una delle maggiori preoccupazioni, nonostante i problemi di approvvigionamento che hanno catturato i titoli delle ultime settimane. Quello che abbiamo imparato oggi è che c’è una domanda speculativa e c’è una domanda reale. La domanda speculativa è legata all’accordo commerciale tra Cina e Stati Uniti: non è ancora reale. Il rapporto sulle vendite di veicoli peggiore del previsto di oggi dalla Cina è la realtà, ed è per questo che i prezzi si muovono in ribasso.

 

 

Non farti sfuggire nulla!
Scopri cosa sta muovendo i mercati. Iscriviti per un aggiornamento giornaliero consegnato alla tua email.

Ultimi Articoli

Vedi tutto

Espandi Le Tue Conoscenze

Vedi tutto
IMPORTANT DISCLAIMERS
The content provided on the website includes general news and publications, our personal analysis and opinions, and contents provided by third parties, which are intended for educational and research purposes only. It does not constitute, and should not be read as, any recommendation or advice to take any action whatsoever, including to make any investment or buy any product. When making any financial decision, you should perform your own due diligence checks, apply your own discretion and consult your competent advisors. The content of the website is not personally directed to you, and we does not take into account your financial situation or needs.The information contained in this website is not necessarily provided in real-time nor is it necessarily accurate. Prices provided herein may be provided by market makers and not by exchanges.Any trading or other financial decision you make shall be at your full responsibility, and you must not rely on any information provided through the website. FX Empire does not provide any warranty regarding any of the information contained in the website, and shall bear no responsibility for any trading losses you might incur as a result of using any information contained in the website.The website may include advertisements and other promotional contents, and FX Empire may receive compensation from third parties in connection with the content. FX Empire does not endorse any third party or recommends using any third party's services, and does not assume responsibility for your use of any such third party's website or services.FX Empire and its employees, officers, subsidiaries and associates, are not liable nor shall they be held liable for any loss or damage resulting from your use of the website or reliance on the information provided on this website.
RISK DISCLAIMER
This website includes information about cryptocurrencies, contracts for difference (CFDs) and other financial instruments, and about brokers, exchanges and other entities trading in such instruments. Both cryptocurrencies and CFDs are complex instruments and come with a high risk of losing money. You should carefully consider whether you understand how these instruments work and whether you can afford to take the high risk of losing your money.FX Empire encourages you to perform your own research before making any investment decision, and to avoid investing in any financial instrument which you do not fully understand how it works and what are the risks involved.
SEGUICI