Oro, analisi fondamentale settimanale, previsioni – L’euro eserciterà maggiore influenza sui prezzi rispetto alla Fed

Non mi aspetto dai trader dell’oro grosse reazione alle notizie che giungeranno dalla Fed, le prossime due mosse della Fed sono state previste da almeno una settimana, a mio parere, l’euro avrà un’influenza maggiore sull’azione dei prezzi. Un euro più debole farà aumentare l’indice del dollaro e questo dovrebbe mantenere la pressione sui prezzi dell’oro.
James Hyerczyk

La scorsa settimana l’oro è salito alla sua quotazione più alta dal 10 maggio 2018 ma il venerdì è crollato causando un’inversione del segno di chiusura settimanale. La debolezza dei titoli di Stato USA e l’andamento altalenante dei mercati azionari hanno fornito supporto al metallo prezioso durante tutta la settimana; alla fine, i trader rialzisti sono stati penalizzati da un’impennata del dollaro statunitense, che ha frenato la domanda di future sull’oro, un asset denominato in dollari.

La scorsa settimana, il Comex gold di agosto si è attestato a 1.344,50$, perdendo 1,60$ con un -0.12%.

I future sull’oro sono aumentati tutta la settimana, i trader si sono focalizzati maggiormente sui dati economici, gli eventi geopolitici e sulle aspettative di un taglio dei tassi da parte della Federal Reserve, ma sembravano dimenticarsi del dollaro USA che allo stesso tempo stava crescendo. La scorsa settimana, il dollaro alla fine ha vinto la battaglia con un guadagno dell’1,14%.

Negli Stati Uniti, il dato sul PPI core è rimasto stabile, ma il CPI core è stato inferiore alle stime, con uno 0,1% invece che lo 0,2%. Le richieste settimanali di disoccupazione sono salite a 222 mila, al di sopra delle previsioni di 215 mila. Le vendite al dettaglio core sono cresciute dello 0,5% rispettando la stima, mentre il mese precedente è stato rivisto al rialzo con uno 0,5%. Le vendite al dettaglio sono aumentate dello 0,5%, al disotto della previsione dello 0,7%, tuttavia, il mese precedente è stato rivisto al rialzo dello 0,3%. Anche la produzione industriale è risultata superiore alle attese con una crescita dello 0,4%.

Venerdì, i prezzi dell’oro sono inizialmente saliti a causa della debolezza dei dati economici della Cina, tuttavia, le notizie sui tassi d’interesse dell’euro hanno guidato verso il basso la moneta del vecchio continente, spingendo l’indice del dollaro USA verso la massima quotazione delle ultime due settimane. Tutto ciò, in concomitanza con dei dati positivi sulle vendite al dettaglio negli Stati Uniti che hanno attenuato i timori di una brusca flessione nell’economia statunitense, ha portato a bruciare i guadagni settimanali del rally del metallo prezioso.

Per quanto riguarda gli eventi geopolitici, i trader dell’oro non hanno mostrato alcuna reazione agli attacchi alle due petroliere in Medio Oriente. L’Iran è stato accusato di essere il mandante degli attacchi, ma non vi è stata alcuna risposta militare da parte degli Stati Uniti, la vicenda è andata successivamente scemando e non ha attratto acquirenti speculativi a sostegno di un rally.

Previsioni settimanali

Questa settimana, l’attività della banca centrale dominerà l’andamento del dollaro e dell’oro, mercoledì la FED rilascerà le proprie decisioni sui tassi di interesse, sulla politica monetaria e le proiezioni economiche.

La Federal Reserve USA dovrebbe lasciare invariato, al 2,50%, il tasso di interesse di riferimento, ma potrebbe rilasciare delle dichiarazioni in direzione di una politica monetaria espansiva, il che ci suggerisce un taglio dei tassi a luglio. Gli investitori sono alla ricerca d’indizi per un allentamento della politica monetaria entro la fine dell’anno, secondo il Fed Watch del gruppo CME: gli operatori stimano con una probabilità superiore all’80% un taglio dei tassi a luglio e con una probabilità del 70% un ulteriore taglio a settembre.

Non mi aspetto dai trader dell’oro grosse reazione alle notizie che giungeranno dalla Fed, le prossime due mosse della Fed sono state previste da almeno una settimana, a mio parere, l’euro avrà un’influenza maggiore sull’azione dei prezzi. Un Euro più debole farà aumentare l’indice del dollaro e questo dovrebbe mantenere la pressione sui prezzi dell’oro.

Non farti sfuggire nulla!

Scopri cosa sta muovendo i mercati. Iscriviti per un aggiornamento giornaliero consegnato alla tua email.

Ultimi Articoli

Vedi tutto

Espandi Le Tue Conoscenze

Vedi tutto
IMPORTANT DISCLAIMERS
The content provided on the website includes general news and publications, our personal analysis and opinions, and contents provided by third parties, which are intended for educational and research purposes only. It does not constitute, and should not be read as, any recommendation or advice to take any action whatsoever, including to make any investment or buy any product. When making any financial decision, you should perform your own due diligence checks, apply your own discretion and consult your competent advisors. The content of the website is not personally directed to you, and we does not take into account your financial situation or needs.The information contained in this website is not necessarily provided in real-time nor is it necessarily accurate. Prices provided herein may be provided by market makers and not by exchanges.Any trading or other financial decision you make shall be at your full responsibility, and you must not rely on any information provided through the website. FX Empire does not provide any warranty regarding any of the information contained in the website, and shall bear no responsibility for any trading losses you might incur as a result of using any information contained in the website.The website may include advertisements and other promotional contents, and FX Empire may receive compensation from third parties in connection with the content. FX Empire does not endorse any third party or recommends using any third party's services, and does not assume responsibility for your use of any such third party's website or services.FX Empire and its employees, officers, subsidiaries and associates, are not liable nor shall they be held liable for any loss or damage resulting from your use of the website or reliance on the information provided on this website.
RISK DISCLAIMER
This website includes information about cryptocurrencies, contracts for difference (CFDs) and other financial instruments, and about brokers, exchanges and other entities trading in such instruments. Both cryptocurrencies and CFDs are complex instruments and come with a high risk of losing money. You should carefully consider whether you understand how these instruments work and whether you can afford to take the high risk of losing your money.FX Empire encourages you to perform your own research before making any investment decision, and to avoid investing in any financial instrument which you do not fully understand how it works and what are the risks involved.
SEGUICI