FXEMPIRE
Tutti
Ad
coronavirus
Stai al Sicuro, Seguila Guida
Mondo
136,033,303Confermati
2,939,472morti
109,387,267Guariti
Recupero delle informazioni sulle posizione
Pubblicita'
Pubblicita'
Fabio Carbone
petrolio

Quando il 21 aprile scorso il Wti tocco i -37,63 USD al barile sui futures di maggio 2020, ai più esperti fu chiaro che avevano davanti a loro l’occasione del decennio. Comprare i futures di maggio e ancor più di giugno e luglio avrebbe significato mettere in tasca molto non appena le grandi nazioni avrebbero allentato le misure di contenimento contro Covid-19.

E così è stato, il prezzo del petrolio greggio, ad esempio, è risalito tremendamente passando dai quasi 10 USD di fine aprile agli attuali 40,6 USD.

Ebbene anche alcuni Stati hanno approfittato del momento per lucrare sul prezzo. In particolare lo ha fatto la Cina, che dopo aver acquistato enormi quantità di petrolio a maggio e a giugno, ora lo rivende sul mercato internazionale.

La Cina, va ricordato, è un forte dipendente dalle importazioni di petrolio e al contempo uno dei maggiori consumatori al mondo. La forte contrazione del prezzo del petrolio dei primi mesi del 2020 si deve in particolare alla Cina, costretta dalla pandemia a fermare una parte rilevante della sua produzione.

Pechino ha poi comprato tanto petrolio durante il minimo storico ed ha riempito i suoi siti di stoccaggio, apparentemente per avere petrolio a buon mercato a disposizione per le sue industrie. Invece negli ultimi giorni, scrive Il Sole24 Ore, il grande paese asiatico ha venduto ben un milione di barili di greggio precedentemente comprati dall’Iraq.

Una operazione da maestri.

Chi ha comprato il petrolio riesportato dalla Cina?

Lo Shanghai International Energy Exchange (Ine) ha immesso sul mercato una enorme quantità di barili di greggio che società di trading straniere hanno trovato più conveniente comprare rispetto addirittura ai prezzi dei produttori.

La Cina fa concorrenza ai grandi produttori di petrolio come l’OPEC, gli USA o la Russia? Non proprio, ma è significativo che prima abbia comprato dal Medio Oriente a prezzi stracciati e ora trovi assai conveniente rivendere.

Definiamo la Cina, quindi, un ottimo rivenditore di barili di petrolio in questo momento, ma l’attività non dovrebbe durare molto.

Pubblicita'

Gli effetti sui prezzi del petrolio

La rivendita di petrolio da parte dei cinesi ha causato ovviamente un fenomeno ribassista sui mercati. Il prezzo del Brent e quello del Wti, in questi ultimi giorni sono scesi proprio a causa di questa attività di rivendita.

Cina rivenditore di petrolio, non a lungo termine

La Cina sa fare trading con il petrolio, il Governo ha importato una enorme quantità di barili a giugno facendo registrare il +34,4% rispetto allo stesso periodo del 2019, arrivando a 12,99 milioni di barili al giorno.

Tuttavia l’attività di rivendita speculativa non durerà a lungo, perché gli asiatici hanno già ridotto i nuovi acquisti dell’oro nero per attestarsi su livelli più normali.

Le attività produttive in Cina, inoltre, sono riprese e lentamente si torna alla normalità con un maggiore consumo interno di petrolio, che gioco forza impegnerà quello acquistato nei mesi ribassisti.

Previsioni sul prezzo del petrolio ad agosto

I futures sulle varie qualità di petrolio indicano che c’è un eccesso di offerta di petrolio in giro, e questo dovrebbe portare il prezzo sui futures di agosto a calare, per poi riprendere a settembre ed ottobre.

Agosto potrebbe quindi essere un mese ideale per acquisti a prezzi più bassi, per poi rivendere nei mesi successivi quando si presume il prezzo del petrolio salirà.

Naturalmente il calo di agosto non sarà paragonabile a quello di aprile.

Non farti sfuggire nulla!
Scopri cosa sta muovendo i mercati. Iscriviti per un aggiornamento giornaliero consegnato alla tua email.

Fai Trading Con Un Broker Regolamentato

  • Il tuo capitale è esposto a rischio
DISCLAIMER IMPORTANTE
Il contenuto fornito su questo sito web include notizie generiche e pubblicazioni, le nostre analisi, opinioni personali e contenuti forniti da terze parti, che sono intesi solo per scopi di istruzione e ricerca. Non costituisce e non dovrebbe essere letto come raccomandazione o consiglio a intraprendere qualsiasi azione, inclusi investimenti o acquisti di qualsiasi prodotto. Prima di prendere qualsiasi decisione finanziaria, dovresti effettuare le tue proprie valutazioni, applicare la tua discrezione e consultare solo i soggetti competenti di tua fiducia. Il contenuto del sito web non risulta diretto personalmente a te e noi non possiamo tenere in considerazione la tua situazione finanziaria e i tuoi bisogni. Le informazioni contenute in questo sito non sono necessariamente fornite in tempo reale né risultano necessariamente accurate. I prezzi qui riportati potrebbero essere forniti da market makers e non dalle borse. Qualsiasi operazione di trading o altra decisione finanziaria che farai ricadrà sotto la tua piena responsabilità e non dovresti affidarti completamente a nessuna informazione fornita in tutto il sito. FX Empire non offre nessuna garanzia riguardante le informazioni contenute nel sito e non si può assumere alcuna responsabilità per qualsiasi perdita finanziaria di trading che puoi patire per esserti affidato a qualsiasi informazione contenuta in questo sito. Il sito web può includere pubblicità e altri contenuti promozionali e FX Empire può ricevere un compenso da terze parti in relazione al contenuto. FX Empire nono appoggia le terze parti, non raccomanda l'utilizzo di alcun servizio e non si assume la responsabilità per qualsiasi utilizzo di servizi o siti web forniti da terze parti. FX Empire e i suoi dipendenti, agenti, filiali e associati non sono responsabili e non dovrebbero essere ritenuti tali per alcuna perdita o danno risultante dal tuo utilizzo del sito o dal tuo affidamento sulle informazioni fornite su questo sito.
DISCLAIMERS DI RISCHIO
Questo sito include informazioni sulle criptovalute, contratti differenziali (CFDs) e altri strumenti finanziari, e sui brokers, le borse e altre entità che effettuano trading in questi strumenti. Sia le criptovalute che i CFD sono strumenti complessi e presentano un elevato rischio di perdere il proprio capitale. Dovresti considerare attentamente se comprendi il funzionamento di questi strumenti e se puoi permetterti di sostenere il rischio elevato di perdere il tuo denaro. FX Empire ti incoraggia a effettuare le tue ricerche personali prima di effettuare qualsiasi decisione d'investimento, e di evitare di investire in qualsiasi strumento finanziario di cui tu non abbia una comprensione completa sul funzionamento e sui suoi rischi.