FXEMPIRE
Tutti

Jerome Powell pensa dollaro digitale, stimolato da Facebook Libra e Cina

Jerome Powell governatore del Federal Reserve System pensa al dollaro digitale stimolato da Facebook Libra e dallo yuan digitale della Cina.
Fabio Carbone
Jerome Powell

Non è fantascienza, gli stati Uniti d’America che incapaci di mettersi d’accordo tra istituzioni se accettare o meno i token crittografici, pensano ad un dollaro digitale il cui nome tecnico è central bank digital currencies (CBDC).

A pensare concretamente all’eventualità di un dollaro digitale è Jerome Powel e il Federal Reserve System, la Banca centrale degli Stati Uniti d’America. Per stessa ammissione del governatore Powell, Facebook Libra li ha fatti letteralmente accelerare sul processo di analisi di un dollaro digitale ben più di quanto avesse fatto la notizia dello yuan digitale cinese.

Powell ascoltato alla Camera

Il Comitato per i servizi finanziari della Camera dei rappresentati del parlamento degli Stati Uniti ha voluto ascoltare Jerome Powell sull’ipotesi di un dollaro digitale.

Premettendo che il Fed non ha alcuna intenzione di istituire una dollaro digitale perché sono tanti ancora i nodi da sciogliere, Powell ha risposto alle domande incredule postegli dai vari deputati del Comitato.

Però Powell ha confermato che “ci stanno lavorando molto, abbiamo molti progetti in corso”, una frase che lascia intendere che c’è qualche testa intelligente tra chi guida gli USA in questo momento storico, qualcuno che non ha precluso del tutto la strada all’innovazione apportata dagli asset crittografici.

La cosa avverrà molto in fretta

Powell ha ricordato ai presenti il momento in cui Facebook ha annunciato Libra, in quel momento come Fed hanno preso coscienza che stava avvenendo un cambiamento “abbastanza diffuso e sistematicamente importante” e, soprattutto, che stava avvenendo “rapidamente”.

La Banca centrale degli USA si è quindi data una mossa per capirci di più, per non restare arretrata e subire un avanzamento tecnologico che avrebbe messo il governo centrale in sudditanza tecnologica e non solo, rispetto ad una azienda privata.

Le differenze tra gli USA e la Cina

Al governatore Powell viene chiesto anche che differenze vi potrebbero essere, se ci sarebbero, tra il dollaro digitale e lo yuan digitale.

Powell fa notare che il modello di gestione del denaro digitale sarebbe completamente differente sotto il profilo della riservatezza, ad esempio. Negli USA i pagamenti non potrebbero essere basati su di un ledger dove si può conoscere tutto di tutti, “non sarebbe particolarmente attraente negli Stati Uniti, mentre non è un problema in Cina”, dove il governo centrale gestisce la vita di tutti i cinesi (vedasi le telecamere con riconoscimento facciale).

Il parere del Segretario al Tesoro

Il fedele delfino di Donald Trump, il segretario al Tesoro Steven Mnuchin si è detto non particolarmente interessato al dollaro digitale e già a dicembre aveva fatto sapere che non è esattamente la priorità del Paese.

“Il presidente Powel e io ne abbiamo discusso a lungo, ed entrambi concordiamo sul fatto che nel prossimo futuro, nei prossimi cinque anni, non ci sarà la necessità che la Fed emetta una valuta digitale”. Mnuchin aveva proferito queste parole alla stessa Commissione a fine 2019.

Da notare che i 5 anni coinciderebbero con un secondo mandato di Donald Trump (1 del primo + 4 del secondo), il quale mai si è mostrato entusiasta nei confronti delle criptovalute più in generale.

Gli USA accoglieranno mai le criptovalute?

Come è chiaro l’indipendenza del Federal Reserve System permette a Jerome Powell di fare le sue ricerche e di agire senza ostacoli nel valutare progetti.

Ma è chiaro che all’amministrazione Trump i crypto asset in generale non interessano, mentre una parte dell’attuale classe dirigente degli USA non è capace di comprendere la portata storica delle criptovalute.

In definitiva gli USA rimanderanno di altri 5 anni il dibattito serio e prima di allora neppure Facebook Libra vedrà mai la luce.

Non farti sfuggire nulla!
Scopri cosa sta muovendo i mercati. Iscriviti per un aggiornamento giornaliero consegnato alla tua email.

Ultimi Articoli

Vedi tutto

Espandi Le Tue Conoscenze

Vedi tutto
IMPORTANT DISCLAIMERS
The content provided on the website includes general news and publications, our personal analysis and opinions, and contents provided by third parties, which are intended for educational and research purposes only. It does not constitute, and should not be read as, any recommendation or advice to take any action whatsoever, including to make any investment or buy any product. When making any financial decision, you should perform your own due diligence checks, apply your own discretion and consult your competent advisors. The content of the website is not personally directed to you, and we does not take into account your financial situation or needs.The information contained in this website is not necessarily provided in real-time nor is it necessarily accurate. Prices provided herein may be provided by market makers and not by exchanges.Any trading or other financial decision you make shall be at your full responsibility, and you must not rely on any information provided through the website. FX Empire does not provide any warranty regarding any of the information contained in the website, and shall bear no responsibility for any trading losses you might incur as a result of using any information contained in the website.The website may include advertisements and other promotional contents, and FX Empire may receive compensation from third parties in connection with the content. FX Empire does not endorse any third party or recommends using any third party's services, and does not assume responsibility for your use of any such third party's website or services.FX Empire and its employees, officers, subsidiaries and associates, are not liable nor shall they be held liable for any loss or damage resulting from your use of the website or reliance on the information provided on this website.
RISK DISCLAIMER
This website includes information about cryptocurrencies, contracts for difference (CFDs) and other financial instruments, and about brokers, exchanges and other entities trading in such instruments. Both cryptocurrencies and CFDs are complex instruments and come with a high risk of losing money. You should carefully consider whether you understand how these instruments work and whether you can afford to take the high risk of losing your money.FX Empire encourages you to perform your own research before making any investment decision, and to avoid investing in any financial instrument which you do not fully understand how it works and what are the risks involved.
SEGUICI