FXEMPIRE
Tutti

Dazi USA sul parmigiano e prodotti Ue: l’Italia rischia

Scattano i dazi USA sul parmigiano reggiano e tanti altri prodotti Ue pregiati, rappresentativi del meglio della produzione alimentare: l’Italia rischia con l’Europa.
Fabio Carbone
Dazi USA

Dal 18 ottobre prossimi gli Stati Uniti d’America applicheranno ai prodotti importati dall’Unione Europea una tassazione all’ingresso pari al 25% del valore delle merci. Nella lista dei prodotti ipertassati dai dazi USA, per l’Italia c’è il pecorino romano, il parmigiano reggiano, il provolone e il prosciutto.

Fuori dalla lista dei dazi USA nei confronti dell’Europa e dell’Italia, l’olio d’oliva e il prosecco.

L’adozione dei dazi contro le merci europee è scattata a seguito del via libera dato dal Wto, come compensazione per gli aiuti, giudicati illegali, che l’Ue ha fornito ad Airbus, la società di produzione degli aerei.

I dazi sulle merci europee ammontano a 7,5 miliardi di euro, poca cosa rispetto alle centinaia di miliardi di tassazione aggiuntiva applicati alle merci provenienti dalla Cina. Ma tanto bastano a Donald Trump per esultare su Twitter.

Nel “calderone” ci sono anche i vini francesi, l’Emmental svizzero e la groviera, il whiskey scozzese. Inoltre, scatterà anche una aliquota del 10% sugli aerei commerciali provenienti dal Vecchio continente.

L’Europa risponderà “colpo su colpo”

Come in una guerra combattuta con le armi, anche nella guerra dei dazi commerciali si risponde “colpo su colpo” e l’Unione Europea lo promette agli Stati Uniti di Donald Trump.

Il Wto, il prossimo anno dovrà ancora pronunciarsi sul caso Airbus – Boeing, pronunciandosi questa volta sugli aiuti di stato che la Boeing ha ricevuto dagli USA. In quel caso, dopo la sentenza di ieri, l’Ue si aspetta una sentenza che le possa consentire di applicare a sua volta dazi agli USA.

Presidente Confindustria Vincenzo Boccia: con dazi USA, Italia rischia

Il presidente di Confindustria Vincenzo Boccia, afferma che con questi dazi, “L’Italia rischia, l’Europa rischia. I mercati globali rallenteranno ancora di più, i dazi non sono mai una bella notizia”.

Ma ricorda anche che l’Europa è il mercato più ricco del mondo e che abbiamo tutte le risorse per reagire e riequilibrare la posizione nei confronti delle “altre aree del mondo”.

Boccia esprime la sua preoccupazione a margine della partecipazione alla Cerimonia di intitolazione del Parco di Villa Blanc a Roma, a Maria Pilar Buzzetti e Virginia Chimenti, due giovani scomparse nell’indicente aereo dell’Ethiopian Airlines il 10 marzo scorso.

Dazi USA. Cosa rischia l’Italia?

L’Italia rischia la riduzione delle importazioni di prodotti strategici del Made in Italy. L’imposizione dei dazi Usa al Made in Italy, graverebbe ulteriormente su un quadro economico generale non roseo per il nostro paese, alle prese con una stagnazione perdurante come anche l’agenzia di rating Fitch ha scritto giusto ieri.

Ieri il segretario di Stato USA Mike Pompeo, in visita in Italia in questi giorni, ha incontrato il nostro ministro degli Esteri Luigi Di Maio, questi in conferenza stampa ha ribadito che “L’Italia difenderà i suoi interessi nazionali su ogni campo, specie quello economico e commerciale”.

Le Borse europee chiudono in rosso profondo

Ai timori di una hard Brexit senza accordo, si aggiungono i dazi USA sulle merci europee più pregiate. Le Borse europee vanno giù, a causa delle forti vendite su tutte le piazze di scambio. La peggiore è Londra con un -3,23% che non si vede così spesso, quindi Parigi -3,12% e Francoforte -2,76% e Madrid -2,77%, Milano -2,87%.

Non farti sfuggire nulla!
Scopri cosa sta muovendo i mercati. Iscriviti per un aggiornamento giornaliero consegnato alla tua email.

Ultimi Articoli

Vedi tutto

Espandi Le Tue Conoscenze

Vedi tutto
IMPORTANT DISCLAIMERS
The content provided on the website includes general news and publications, our personal analysis and opinions, and contents provided by third parties, which are intended for educational and research purposes only. It does not constitute, and should not be read as, any recommendation or advice to take any action whatsoever, including to make any investment or buy any product. When making any financial decision, you should perform your own due diligence checks, apply your own discretion and consult your competent advisors. The content of the website is not personally directed to you, and we does not take into account your financial situation or needs.The information contained in this website is not necessarily provided in real-time nor is it necessarily accurate. Prices provided herein may be provided by market makers and not by exchanges.Any trading or other financial decision you make shall be at your full responsibility, and you must not rely on any information provided through the website. FX Empire does not provide any warranty regarding any of the information contained in the website, and shall bear no responsibility for any trading losses you might incur as a result of using any information contained in the website.The website may include advertisements and other promotional contents, and FX Empire may receive compensation from third parties in connection with the content. FX Empire does not endorse any third party or recommends using any third party's services, and does not assume responsibility for your use of any such third party's website or services.FX Empire and its employees, officers, subsidiaries and associates, are not liable nor shall they be held liable for any loss or damage resulting from your use of the website or reliance on the information provided on this website.
RISK DISCLAIMER
This website includes information about cryptocurrencies, contracts for difference (CFDs) and other financial instruments, and about brokers, exchanges and other entities trading in such instruments. Both cryptocurrencies and CFDs are complex instruments and come with a high risk of losing money. You should carefully consider whether you understand how these instruments work and whether you can afford to take the high risk of losing your money.FX Empire encourages you to perform your own research before making any investment decision, and to avoid investing in any financial instrument which you do not fully understand how it works and what are the risks involved.
SEGUICI