FXEMPIRE
Tutti
Ad
coronavirus
Stai al Sicuro, SeguiGuida
Mondo
60,164,498Confermati
1,416,050morti
41,617,256Guariti
Recupero delle informazioni sulle posizione
Pubblicita'
Pubblicita'
Vladimir Zernov
Oil
3D rendering of many barrels of oil standing on a wall. The idea of a warehouse of petroleum products. Illustration for oil industry compositions and banners advertising oil products.

Video petrolio greggio 01.10.20.

Pubblicita'

La produzione dell’OPEC è aumentata di 160.000 barili al giorno a settembre

Il petrolio WTI è sceso sotto il livello di $ 39 e sta testando il livello di $ 38 dopo che Reuters ha riferito che la produzione dell’OPEC è aumentata di 160.000 barili al giorno (bpd) a settembre.

Le principali fonti di questo aumento sono state la Libia e l’Iran. Entrambi i paesi sono esentati dagli obblighi previsti dall’accordo sul taglio della produzione. La Libia è lacerata da una guerra civile mentre l’Iran è soggetto a severe sanzioni statunitensi.

Di recente, le parti della guerra civile libica sono riuscite a concordare un accordo che ha revocato il blocco dai porti del Paese. Ora, il mercato sta cercando di valutare se la Libia sarà in grado di aumentare rapidamente la sua produzione di petrolio.

I recenti rapporti di inventario sono stati positivi per il mercato petrolifero ma il potenziale aumento delle esportazioni petrolifere libiche potrebbe presentare un problema per il mercato che rimane preoccupato per la seconda ondata di coronavirus.

I commercianti continueranno a monitorare da vicino i progressi in Libia poiché il paese ha il potenziale teorico per aumentare la sua produzione di petrolio dagli attuali 250.000 bpd a 1,2 milioni di bpd, che era la norma prima del blocco.

La ripresa della domanda di benzina negli Stati Uniti si blocca

Ieri l’EIA ha riportato che le scorte di benzina sono aumentate di 0,7 milioni di barili, ma il mercato ha incoraggiato la continua diminuzione delle scorte di greggio che sono diminuite di 2 milioni di barili.

Nel frattempo, i dati dell’EIA hanno indicato che la domanda di benzina negli Stati Uniti è aumentata da 8,515 milioni di bpd a 8,529 milioni di bpd. Si tratta di un passo avanti, ma la domanda è ancora molto al di sotto dei 9,137 milioni di barili al giorno registrati un anno fa.

Il problema principale è che il ritmo della ripresa della domanda sta rallentando a livelli che sono significativamente al di sotto dei livelli normali, il che indica che una ripresa della domanda aggiuntiva potrebbe richiedere più catalizzatori economici.

A questo punto, la produzione interna di petrolio degli Stati Uniti non è riuscita a tornare al di sopra degli 11 milioni di barili al giorno dopo gli uragani, quindi le scorte di greggio continuano a diminuire. Tuttavia, un potenziale aumento della produzione petrolifera statunitense in un momento in cui la ripresa della domanda di benzina si blocca potrebbe rappresentare un rischio per i prezzi del petrolio.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico.

Non farti sfuggire nulla!
Scopri cosa sta muovendo i mercati. Iscriviti per un aggiornamento giornaliero consegnato alla tua email.

Fai Trading Con Un Broker Regolamentato

  • Il tuo capitale è esposto a rischio
IMPORTANT DISCLAIMERS
The content provided on the website includes general news and publications, our personal analysis and opinions, and contents provided by third parties, which are intended for educational and research purposes only. It does not constitute, and should not be read as, any recommendation or advice to take any action whatsoever, including to make any investment or buy any product. When making any financial decision, you should perform your own due diligence checks, apply your own discretion and consult your competent advisors. The content of the website is not personally directed to you, and we does not take into account your financial situation or needs.The information contained in this website is not necessarily provided in real-time nor is it necessarily accurate. Prices provided herein may be provided by market makers and not by exchanges.Any trading or other financial decision you make shall be at your full responsibility, and you must not rely on any information provided through the website. FX Empire does not provide any warranty regarding any of the information contained in the website, and shall bear no responsibility for any trading losses you might incur as a result of using any information contained in the website.The website may include advertisements and other promotional contents, and FX Empire may receive compensation from third parties in connection with the content. FX Empire does not endorse any third party or recommends using any third party's services, and does not assume responsibility for your use of any such third party's website or services.FX Empire and its employees, officers, subsidiaries and associates, are not liable nor shall they be held liable for any loss or damage resulting from your use of the website or reliance on the information provided on this website.
RISK DISCLAIMER
This website includes information about cryptocurrencies, contracts for difference (CFDs) and other financial instruments, and about brokers, exchanges and other entities trading in such instruments. Both cryptocurrencies and CFDs are complex instruments and come with a high risk of losing money. You should carefully consider whether you understand how these instruments work and whether you can afford to take the high risk of losing your money.FX Empire encourages you to perform your own research before making any investment decision, and to avoid investing in any financial instrument which you do not fully understand how it works and what are the risks involved.
SEGUICI