FXEMPIRE
Tutti
coronavirus
Stai al Sicuro, SeguiGuida
Mondo
13,276,262Confermati
576,528morti
7,747,301Guariti
Recupero delle informazioni sulle posizione
Pubblicita'
Pubblicita'
Fabio Carbone
Baltic Pipe

Saipem spa (SPM) ha appena annunciato di essersi aggiudicata la costruzione del gasdotto del progetto Baltic Pipe del valore di 280 milioni di euro, che attraversando il Mar Baltico collegherà la Danimarca alla Polonia con una linea lunga 275 chilometri da 36 pollici.

L’aggiudicazione è avvenuta attraverso la controllata Saipem Ltd con sede nel Regno Unito che ha stipulato il contratto con GAZ-System s.a. per il trasporto e l’installazione del gasdotto.

Il progetto Baltic Pipe

Il progetto Baltic Pipe è considerata una infrastruttura strategica per l’Europa ed è stata affidata alla joint venture Gaz-System e Energinet.dk, con il cofinanziamento dell’Unione Europea, per la realizzazione di un nuovo corridoio intereuropeo del gas che ha come obiettivo fornire gas direttamente dalla Norvegia alla Polonia attraversando la Danimarca e i paesi confinanti.

Il contratto affidato a Saipem prevede la realizzazione di un “gasdotto rivestito di cemento di circa 275 km x 36” scrive la società in un comunicato stampa.

L’installazione avverrà ad una profondità variabile compresa tra i 4 e i 57 metri di profondità.

Le opere sottomarine saranno posate dalle navi Saipem “configurate per la posa S-lay”.

A Saipem è stato affidato anche un lavoro di microtunnelling e lavori civili in Danimarca e Polonia che includono l’attività di smantellamento rocce, di scavo e di riempimento pre e post-posa.

L’inizio dei lavori è previsto da contratto come immediato.

Pubblicita'

Per Saipem un contratto in un momento critico

Il COO della Divisione Offshore E&C di Saipem, Francesco Racheli, ha detto che:

“Questo nuovo contratto, acquisito grazie alla nostra solida esperienza nella realizzazione di condutture e che arriva in un momento critico per l’industria energetica in tutto il mondo, contribuirà a garantire la continuità dell’approvvigionamento di gas europeo e rafforzerà la presenza di Saipem in un un’area altamente strategica. Siamo quindi impegnati a portare a termine velocemente e con successo questo importante progetto”.

I risultati del primo trimestre di Saipem

Pochi giorni fa Saipem aveva pubblicato i risultati del primo trimestre del 2020 che mostravano una “solida liquidità e nessuna significativa scadenza del debito prima del 2022, anche grazie al rimborso anticipato di bond” che “garantiscono flessibilità nell’affrontare il deteriorato contesto generale”.

I ricavi Saipem nel primo trimestre del 2020 sono pari a 2,2 miliardi di euro, con margine EBITDA adjusted all’1,1%. Buone le performance operative.

Per quanto riguarda invece l’indebitamento finanziario netto ante IFRS16 di 632 milioni di euro, il livello è in linea con le aspettative.

Sul piano del taglio ai costi, Saipem fa sapere di aver individuato e avviato “azioni di riduzione costi su molteplici fronti e riprogrammazione di investimenti tecnici in riduzione del 20-25% rispetto alla precedente guidance 2020 (ritirata il 15 aprile 2020) di circa 600 milioni di euro”.

Ed ancora: “Impairment e svalutazioni di asset della Divisione Drilling Offshore per 260 milioni di euro”.

E poi: “Robusto e diversificato backlog di circa 23 miliardi di euro (68% non legato al petrolio) grazie al record di acquisizioni realizzato nel 2019”.

Andamento del titolo Saipem spa (SPM) in Borsa

Il titolo Saipem (SPM) cede al momento della pubblicazione il -2,39% nonostante la buona notizia sul contratto sottoscritto per il Baltic Pipe. Una azione Saipem viene scambiata al prezzo di 2,28 euro.

Non farti sfuggire nulla!
Scopri cosa sta muovendo i mercati. Iscriviti per un aggiornamento giornaliero consegnato alla tua email.

Ultimi Articoli

Vedi tutto

Espandi Le Tue Conoscenze

Vedi tutto

Fai Trading Con Un Broker Regolamentato

  • Il tuo capitale è esposto a rischio