FXEMPIRE
Tutti
Ad
coronavirus
Stai al Sicuro, Seguila Guida
Mondo
100,285,538Confermati
2,149,461morti
72,294,863Guariti
Recupero delle informazioni sulle posizione
Pubblicita'
Pubblicita'
Fabio Carbone
Prezzo del petrolio

Il prezzo del petrolio prova a risalire dopo i minimi storici raggiunti nelle ultime settimane. Nuove alleanze cercasi e una in particolare sembra profilarsi all’orizzonte tra gli Stati Uniti d’America e l’Arabia Saudita.

Su questa alleanza scommettono gli investitori nel petrolio, infatti, il light crude è risalito del +5,39% al barile al momento della pubblicazione e il Brent del Mare del Nord è risalito di circa il +3%.

L’accordo è una possibilità ha detto il Segretario all’energia statunitense Dan Brouillette.

Anche il piano della Fed che prevede un quatitative easing illimitato ha favorito la risalita del prezzo del petrolio ieri, il quale resta comunque a livelli molto bassi.

Resta sul tavolo la bassa domanda del petrolio, cioè la richiesta reale da parte dei Paesi consumatori di petrolio greggio, da impiegare in industrie ferme da giorni o da settimane in base alle aree geografiche.

Il veto della Russia al taglio della produzione

Lo scorso 6 marzo a Vienna si era tenuta la programmata riunione dell’Opec allargata ai Paesi non membri, il cosiddetto OPEC+, che ha ormai di fatto un potere concreto sulle decisioni dell’Opec.

La Russia (membro OPEC+) aveva posto il suo veto alla scelta di tagliare ulteriormente la produzione di greggio in una fase in cui era già chiaro che la crisi economica derivata dal nuovo coronavirus avrebbe fatto calare notevolmente la domanda.

Ma la Russia ha detto no alla proposta di un ulteriore taglio di 1,5 milioni di barili di petrolio che si sarebbero aggiunti ai 2,1 milioni di barili già tagliati in precedenza.

La scelta della Russia di non appoggiare l’iniziativa dell’Opec che avrebbe compensato il calo della domanda con il taglio alla produzione, dando equilibrio al prezzo del petrolio, aveva fatto crollare il prezzo dell’oro nero a livelli che non si vedevano da decenni.

Il resto lo ha fatto il crollo della domanda reale con gli stop alla produzione di beni sostanzialmente in gran parte del mondo.

Pubblicita'

Il prezzo del petrolio greggio e del Brent aggiornato

Il prezzo del petrolio greggio è attualmente a 23,84 USD in calo del -2,34%, mentre il prezzo del Brent tiene a 27,76 USD con un lieve calo a -0,13%.

Se guardiamo invece al prezzo del basket OPEC, il prezzo di lunedì 23 marzo è a 24,72 USD contro i 28,57 USD di venerdì 20 marzo. Il basket OPEC tiene conto dei prezzi del petrolio di tutti i Paesi membri dell’Organizzazione internazionale.

Il calo produttivo è il problema

Poco fa in Italia le organizzazioni sindacali che rappresentano i distributori di carburante, hanno annunciato che le stazioni di rifornimento lungo le autostrade italiane cominceranno a chiudere a partire dal giorno 25 marzo e proseguiranno la chiusura il giorno 26 marzo. La chiusura avverrà a tempo indefinito.

L’associazione lamenta che a fronte del calo dell’80% nell’erogazione di carburanti lungo la linea autostradale, nessun aiuto economico è giunto ai piccoli imprenditori e sono ormai in una situazione critica.

Il decreto ‘Cura Italia’, denunciano, non li ha fatti rientrare tra le categorie che beneficeranno degli incentivi, a causa di un vizio di forma.

Di conseguenza alla già scarsa domanda di carburante si aggiungerà l’impossibilità da parte dei pochi mezzi in circolazione di rifornirsi. Condizione che ridurrà ulteriormente i consumi di carburanti. Alle raffinerie italiane non resterà che ridurre il loro ciclo produttivo ulteriormente, richiedendo ai Paesi produttori ancor meno petrolio da raffinare.

Ma non è ovviamente la sola Italia. La Spagna, la Francia sono ferme in Europa. Anche la Germania ha rallentato e lo stesso si è deciso a fare anche il Regno Unito.

Rallenta anche l’enorme economia degli Stati Uniti con New York semi blindata.

Non farti sfuggire nulla!
Scopri cosa sta muovendo i mercati. Iscriviti per un aggiornamento giornaliero consegnato alla tua email.

Fai Trading Con Un Broker Regolamentato

  • Il tuo capitale è esposto a rischio
IMPORTANT DISCLAIMERS
The content provided on the website includes general news and publications, our personal analysis and opinions, and contents provided by third parties, which are intended for educational and research purposes only. It does not constitute, and should not be read as, any recommendation or advice to take any action whatsoever, including to make any investment or buy any product. When making any financial decision, you should perform your own due diligence checks, apply your own discretion and consult your competent advisors. The content of the website is not personally directed to you, and we does not take into account your financial situation or needs.The information contained in this website is not necessarily provided in real-time nor is it necessarily accurate. Prices provided herein may be provided by market makers and not by exchanges.Any trading or other financial decision you make shall be at your full responsibility, and you must not rely on any information provided through the website. FX Empire does not provide any warranty regarding any of the information contained in the website, and shall bear no responsibility for any trading losses you might incur as a result of using any information contained in the website.The website may include advertisements and other promotional contents, and FX Empire may receive compensation from third parties in connection with the content. FX Empire does not endorse any third party or recommends using any third party's services, and does not assume responsibility for your use of any such third party's website or services.FX Empire and its employees, officers, subsidiaries and associates, are not liable nor shall they be held liable for any loss or damage resulting from your use of the website or reliance on the information provided on this website.
RISK DISCLAIMER
This website includes information about cryptocurrencies, contracts for difference (CFDs) and other financial instruments, and about brokers, exchanges and other entities trading in such instruments. Both cryptocurrencies and CFDs are complex instruments and come with a high risk of losing money. You should carefully consider whether you understand how these instruments work and whether you can afford to take the high risk of losing your money.FX Empire encourages you to perform your own research before making any investment decision, and to avoid investing in any financial instrument which you do not fully understand how it works and what are the risks involved.
SEGUICI