OCSE e FMI contro il Governo Italiano: Quota 100 e reddito di cittadinanza minacciano la crescita

FMI e OCSE criticano ancora le scelte del Governo. Quota 100 e Reddito di Cittadinanza potrebbero rallentare la crescita, incrementando il debito pubblico. Il rischio è che le misure temporanee ideate dal Governo possano acuire delle disparità sociali e incoraggiare il lavoro in nero. La crescita è dunque ancora a rischio, ma questa volta l’Italia potrebbe avere compagnia.
Alberto Ferrante
christine-lagarde-at-word-economic-forum

Gli organismi economici internazionali continuano a ricusare le scelte del governo italiano, ritenute rischiose per la crescita di breve e medio periodo. È il caso di Quota 100, che prevede un abbassamento dell’età pensionabile a 62 anni con la condizione che siano stati versati almeno 38 anni di contributi.

Questa manovra tanto cara al governo in carica, secondo L’OCSE, potrebbe rallentare la crescita e ridurre l’occupazione tra i lavoratori più anziane, spingendo, per finire, a un vistoso incremento del debito pubblico. Giovanni Tria ha difeso il provvedimento, sottolineando come si tratti di una manovra necessaria, considerata l’età media dei dipendenti della Pubblica Amministrazione. Il risultato andrà chiaramente monitorato, favorendo un efficiente ricambio generazionale, ma il Ministro dell’Economia è ancora fiducioso.

L’OCSE ha presentato il suo report a Roma. Le stime per l’immediato futuro sono ancora poco rassicuranti: l’Italia riporterà un PIL in contrazione del -0,2% nel 2019, per poi crescere a non oltre lo 0,5% nel 2020. Il rapporto debito/PIL toccherà il 134% nel 2019 e il 135% nel 2020.

Per quanto concerne il reddito di cittadinanza, il parere dell’OCSE è più tiepido, ma resta legato a un forte scetticismo con riferimento ai conti pubblici. L’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico ritiene infatti che la misura temporanea adottata dal Governo debba essere supportata da miglioramenti strutturali nella formazione e nella ricerca di lavoro. Ma il rischio, ancora una volta, è che il reddito di cittadinanza possa incoraggiare l’occupazione informale e creare trappole della povertà.

Per questa ragione, viene consigliato, nel report, di ridurre progressivamente il sussidio e introdurne uno parallelo e complementare per i lavoratori occupati con basso reddito, così da incoraggiare la ricerca attiva e il mantenimento di un lavoro formale.

L’Organismo ha infatti calcolato che il tenore di vita degli italiani è risultato fermo, secondo le rilevazioni, ai primi anni 2000. A mutare, sono state solo le disparità regionali, ampliatesi ulteriormente. Il tasso di disoccupazione potrebbe salire ancora per tutto il 2019, superando il 12%.

A pesare particolarmente sulla valutazione negativa del sistema occupazionale italiano è l’analisi sulla qualità del lavoro e sulla retribuzione: per L’OCSE l’elevata emigrazione di giovani lavoratori è specchio di una struttura economica troppo debole, in cui la discrepanza tra gli impieghi e le qualifiche è particolarmente elevata, soprattutto se raffrontata su scala internazionale.

Ad accostarsi al monito dell’OCSE è anche il Fondo Monetario Internazionale, che ha riscontrato una crescita negativa per l’Italia anche nel periodo compreso tra Gennaio e Marzo 2019. Il Paese si troverebbe in una situazione particolarmente delicata, in quanto impreparato e particolarmente vulnerabile di fronte ai rischi che gravano sull’Unione Europea, Brexit in primis.

Ma in questo caso, la sorte potrebbe essere condivisa con la maggior parte degli Stati dell’Unione. Christine Lagarde non scorge all’orizzonte una recessione globale, ma fa notare che la crescita resta sottoposta a gravi vulnerabilità, rappresentate principalmente dai tesi rapporti commerciali tra gli Stati Uniti e le altre potenze, che potrebbero acuire il disequilibrio da sempre ravvisato all’interno dell’Unione Europea

Non farti sfuggire nulla!

Scopri cosa sta muovendo i mercati. Iscriviti per un aggiornamento giornaliero consegnato alla tua email.

Ultimi Articoli

Vedi tutto

Espandi Le Tue Conoscenze

Vedi tutto

Migliori Promozioni

Migliori Broker

IMPORTANT DISCLAIMERS
The content provided on the website includes general news and publications, our personal analysis and opinions, and contents provided by third parties, which are intended for educational and research purposes only. It does not constitute, and should not be read as, any recommendation or advice to take any action whatsoever, including to make any investment or buy any product. When making any financial decision, you should perform your own due diligence checks, apply your own discretion and consult your competent advisors. The content of the website is not personally directed to you, and we does not take into account your financial situation or needs.The information contained in this website is not necessarily provided in real-time nor is it necessarily accurate. Prices provided herein may be provided by market makers and not by exchanges.Any trading or other financial decision you make shall be at your full responsibility, and you must not rely on any information provided through the website. FX Empire does not provide any warranty regarding any of the information contained in the website, and shall bear no responsibility for any trading losses you might incur as a result of using any information contained in the website.The website may include advertisements and other promotional contents, and FX Empire may receive compensation from third parties in connection with the content. FX Empire does not endorse any third party or recommends using any third party's services, and does not assume responsibility for your use of any such third party's website or services.FX Empire and its employees, officers, subsidiaries and associates, are not liable nor shall they be held liable for any loss or damage resulting from your use of the website or reliance on the information provided on this website.
RISK DISCLAIMER
This website includes information about cryptocurrencies, contracts for difference (CFDs) and other financial instruments, and about brokers, exchanges and other entities trading in such instruments. Both cryptocurrencies and CFDs are complex instruments and come with a high risk of losing money. You should carefully consider whether you understand how these instruments work and whether you can afford to take the high risk of losing your money.FX Empire encourages you to perform your own research before making any investment decision, and to avoid investing in any financial instrument which you do not fully understand how it works and what are the risks involved.
SEGUICI