FXEMPIRE
Tutti
Ad
coronavirus
Stai al Sicuro, SeguiGuida
Mondo
33,211,272Confermati
1,000,587morti
24,532,384Guariti
Recupero delle informazioni sulle posizione
Pubblicita'
Pubblicita'
Fabio Carbone
immatricolazioni

Le immatricolazioni auto in Italia recuperano terreno anche se parzialmente. Nel mese di luglio la Motorizzazione fa sapere di aver immatricolato 136.455 autovetture, con una flessione di -11,01% rispetto a luglio 2019 (153.335 autovetture).

Nonostante il dato negativo si tratta di un raggiante recupero se si considerato le elevate perdite dei mesi precedenti che hanno superato l’80% di immatricolazioni in meno nei mesi della massima chiusura delle attività produttive nel nostro Paese.

Nel mese di giugno 2020 le immatricolazioni sono state 132.635 con una diminuzione rispetto al 2019 del -23,03%

Per quanto riguarda il trasferimento di auto usate la Motorizzazione fa sapere che sono stati registrati 273.622 trasferimenti di proprietà di auto usate, segnando una diminuzione del -27,81% rispetto allo stesso mese del 2019.

La variazione a giugno è stata inferiore, sempre rispetto stesso mese dello scorso anno, con un più “leggero” -23,25% e 247.655 trasferimenti di proprietà.

“Nel mese di luglio 2020 il volume globale delle vendite (410.077 autovetture) ha dunque interessato per il 33,28% auto nuove e per il 66,72% auto usate”, scrive il Ministero dei Trasporti.

Dato aggiornato gennaio – luglio 2020

Se consideriamo quindi i primi sette mesi dell’anno, gennaio – luglio, la Motorizzazione Civile ha immatricolato un totale di 720.620 autovetture nuove, con una variazione negativa rispetto al medesimo periodo dello scorso anno del -41,72%. Nel 2019 le immatricolazioni furono 1.236.520.

Per quanto riguarda la variazione sulle auto usate, il calo è del -38,59% rispetto a gennaio – luglio 2019 e rispettivamente: 1.569.882 autovetture usate contro 2.556.245 auto usate.

Pubblicita'

Le marche che vendono di più

Fiat (FCA) si conferma la prima casa automobilistica d’Italia con 19.536 autovetture nuove immatricolate, facendo segnare a luglio il -3,04% e sui primi sette mesi dell’anno il -42,6%.

Seconda la Volkswagen (VOW) con 14.489 autovetture vendute a luglio e una variazione in positivo del +0,17%, con un dato in questi primi mesi dell’anno che risulta in negativo del -39,54% rispetto al 2019.

Terzo posto per Ford (F) con 9.259 immatricolazioni e una variazione negativa del -2,83% rispetto a luglio dello scorso anno, mentre la variazione gennaio-luglio 2020 è del -39,27%.

Solo Tesla (TSLA) è in positivo quest’anno del +0,36%.

I 10 modelli più venduti a luglio in Italia

Il modello di auto più venduto in Italia nel mese di luglio è la Fiat Panda con 9.827 esemplari immatricolati. Segue la Lancia Ypsilon con 3.637 veicoli immatricolati e al terzo posto troviamo la Fiat 500X con 3.571 esemplari immatricolati.

Spopolano anche le Jeep Renegade in Italia, a luglio ne sono state immatricolate 3.121 esemplari.

Il gruppo Fca conquista quindi le prime quattro posizioni e al quinto troviamo la Golf della Volkswagen con 3.042 immatricolazioni.

Proseguendo la top ten delle auto immatricolate in Italia in luglio 2020, troviamo: T-roc, Polo, Sandero, Fiat 500, Compass.

La provincia italiana con più immatricolazioni

Trento risulta la provincia con il più alto numero di immatricolazioni pari a 12.711. Segue Roma con 9.329 nuove auto e quindi la provincia autonoma di Bolzano con 8.329 nuove auto immatricolate.

Effetto ecobonus auto

Per l’acquisto di nuove auto di classe euro 6 elettriche o ibride o che abbiano emissioni non superiori a 110 g/km, è attivo dall’1 agosto la piattaforma ecobonus.mise.gov.it per richiedere l’ecobonus fino a 8mila euro con una aggiunta di duemila euro di sconti applicabili dal venditore.

Econobus valido fino al 31 dicembre 2020, ma potrebbe non durare.

Non farti sfuggire nulla!
Scopri cosa sta muovendo i mercati. Iscriviti per un aggiornamento giornaliero consegnato alla tua email.

Ultimi Articoli

Vedi tutto

Espandi Le Tue Conoscenze

Vedi tutto

Fai Trading Con Un Broker Regolamentato

  • Il tuo capitale è esposto a rischio