FXEMPIRE
Tutti
Ad
coronavirus
Stai al Sicuro, Seguila Guida
Mondo
114,355,156Confermati
2,536,454morti
89,909,335Guariti
Recupero delle informazioni sulle posizione
Pubblicita'
Pubblicita'
Fabio Carbone
acea

ACEA, l’Associazione europea delle compagnie produttrici di automobili, ha pubblicato il bollettino conclusivo del 2020 sulle immatricolazioni di nuove auto in Europa, e conferma il quadro negativo con un sonoro -23,7% su base annua.

Nel mese di dicembre le immatricolazioni sono diminuite rispetto allo stesso mese del 2019, ma in maniera non significativa: -3,3%.

Data la pessima situazione economica in Europa, i ripetuti blocchi alla mobilità che anche nella seconda metà dell’anno sono stati imposti ai cittadini europei, si può in realtà affermare che il dato negativo annuale non è poi così pesante.

Se si leggono i dati delle immatricolazioni dei mesi di marzo e aprile 2020, i crolli sono stati a dir poco devastanti con punte anche dell’-80% in alcuni Paesi come la Spagna e l’Italia, dove i lockdown nazionali avevano inciso di più.

ACEA immatricolazioni auto in Europa in dicembre

Nel mese di dicembre le auto immatricolate nell’Unione Europea sono state 1.031.070 unità.

L’andamento su base nazionale ha fatto registrare dati disomogenei. Italia e Francia sono le più penalizzate con perdite consistenti a due cifre, e rispettivamente: -14,9% e -11,8%.

La Germania, invece, nonostante il lockdown rigido imposto dalla Cancelliera Angela Merkel, ha fatto registrare un +9,9% di immatricolazioni. La Spagna, invece, riesce a pareggiare i conti con il mese di dicembre del 2019.

Pubblicita'

ACEA immatricolazioni auto in Europa 2020

Come mostrano i dati mensili di ACEA, nel confronto tra il 2019 e il 2020, il mese di aprile aveva fatto registrare un -76,3% di media.

Ma il 2020 non è iniziato bene, il mercato dell’auto in Europa già a gennaio aveva fatto registrare un pesante -7,5%, ripetuto a febbraio (-7,4%). Dati, questi ultimi, che fanno pensare che probabilmente il 2020 si sarebbe chiuso con dati comunque non positivi.

Tuttavia l’eccezionalità dell’evento è sotto gli occhi di tutti quando si analizzano i dati di marzo (-55,1%) e quelli di aprile come già accennato. Anche maggio ha fatto registrare un calo eccezionale delle immatricolazioni a livello europeo (-52,3%).

Un ritorno a livelli normali, seppur negativi, si è registrato in luglio, con una percentuale di auto immatricolate segnalato da ACEA del -5,7%.

L’unico mese in positivo è risultato essere il mese di settembre, +3,1% rispetto all’anno precedente.

Nell’ultima parte dell’anno il mercato dell’auto ha provato a difendersi con quote negative ma non spaventose:

  • Ottobre -7,8%;
  • Novembre -12%;
  • Dicembre -3,3%.

Immatricolazioni auto nel 2020

Sul totale le immatricolazioni delle auto nell’Unione Europea sono state pari a 9.942.509, contro i 13.028.948 del 2019, ovvero poco più di tre milioni di auto immatricolate in meno.

Si è trattato indubbiamente di uno dei peggiori cali dall’inizio della serie storica riporta ACEA.

Come sono andati i principali mercati europei?

La Spagna risulta essere la peggiore con un crollo delle immatricolazioni del -32,3%, seguita dall’Italia con il -27,9% e quindi la Francia a -25,5%.

Anche la Germania cede una importante quota che vale il -19,9% di immatricolazioni. La peggiore in assoluto è comunque la Croazia con un -42,8%.

La compagnia automobilistica che ha subito la perdita maggiore in Europa è stata Mazda con il -42,5%. Si difende Fca Group con un -25,5%, mentre Psa Group ha perduto di più, -29,3%.

Il gruppo Volkswagen ha perso il -21,6% del suo mercato e Renault Group il -25,6%. BMW Group ne esce meglio posizionata delle altre con una perdita su base annua del -16%.

Non farti sfuggire nulla!
Scopri cosa sta muovendo i mercati. Iscriviti per un aggiornamento giornaliero consegnato alla tua email.

Fai Trading Con Un Broker Regolamentato

  • Il tuo capitale è esposto a rischio
DISCLAIMER IMPORTANTE
Il contenuto fornito su questo sito web include notizie generiche e pubblicazioni, le nostre analisi, opinioni personali e contenuti forniti da terze parti, che sono intesi solo per scopi di istruzione e ricerca. Non costituisce e non dovrebbe essere letto come raccomandazione o consiglio a intraprendere qualsiasi azione, inclusi investimenti o acquisti di qualsiasi prodotto. Prima di prendere qualsiasi decisione finanziaria, dovresti effettuare le tue proprie valutazioni, applicare la tua discrezione e consultare solo i soggetti competenti di tua fiducia. Il contenuto del sito web non risulta diretto personalmente a te e noi non possiamo tenere in considerazione la tua situazione finanziaria e i tuoi bisogni. Le informazioni contenute in questo sito non sono necessariamente fornite in tempo reale né risultano necessariamente accurate. I prezzi qui riportati potrebbero essere forniti da market makers e non dalle borse. Qualsiasi operazione di trading o altra decisione finanziaria che farai ricadrà sotto la tua piena responsabilità e non dovresti affidarti completamente a nessuna informazione fornita in tutto il sito. FX Empire non offre nessuna garanzia riguardante le informazioni contenute nel sito e non si può assumere alcuna responsabilità per qualsiasi perdita finanziaria di trading che puoi patire per esserti affidato a qualsiasi informazione contenuta in questo sito. Il sito web può includere pubblicità e altri contenuti promozionali e FX Empire può ricevere un compenso da terze parti in relazione al contenuto. FX Empire nono appoggia le terze parti, non raccomanda l'utilizzo di alcun servizio e non si assume la responsabilità per qualsiasi utilizzo di servizi o siti web forniti da terze parti. FX Empire e i suoi dipendenti, agenti, filiali e associati non sono responsabili e non dovrebbero essere ritenuti tali per alcuna perdita o danno risultante dal tuo utilizzo del sito o dal tuo affidamento sulle informazioni fornite su questo sito.
DISCLAIMERS DI RISCHIO
Questo sito include informazioni sulle criptovalute, contratti differenziali (CFDs) e altri strumenti finanziari, e sui brokers, le borse e altre entità che effettuano trading in questi strumenti. Sia le criptovalute che i CFD sono strumenti complessi e presentano un elevato rischio di perdere il proprio capitale. Dovresti considerare attentamente se comprendi il funzionamento di questi strumenti e se puoi permetterti di sostenere il rischio elevato di perdere il tuo denaro. FX Empire ti incoraggia a effettuare le tue ricerche personali prima di effettuare qualsiasi decisione d'investimento, e di evitare di investire in qualsiasi strumento finanziario di cui tu non abbia una comprensione completa sul funzionamento e sui suoi rischi.