FXEMPIRE
Tutti
Ad
coronavirus
Stai al Sicuro, SeguiGuida
Mondo
33,211,272Confermati
1,000,587morti
24,532,384Guariti
Recupero delle informazioni sulle posizione
Pubblicita'
Pubblicita'
Alberto Ferrante
prezzo oro dollari
EUR/USD Exchange

Il petrolio ha vissuto una seduta molto positiva, con il Brent che è nuovamente salito sopra i 40 dollari al barile e il Wti che ha iniziato timidamente a rafforzarsi dopo il crollo di alcune settimane fa.

In lieve crescita anche il gas naturale, grazie alle performances del GNL e all’avvicinarsi della stagione autunnale.

L’oro resta ancora sopra i 1950 dollari ma attualmente non sta riuscendo ad avvicinarsi alla soglia psicologica di resistenza dei 2000 dollari, nonostante i diversi tentativi nel corso delle ultime settimane e anche nella giornata di ieri.

Stabile, infine, il prezzo dell’argento, a quota 27 dollari.

Previsioni sul prezzo dell’Oro

L’oro è cresciuto ieri fino ai 1980 dollari l’oncia, scendendo poi nel corso della giornata. Allo stato attuale, la soglia di supporto resta quella dei 1920 dollari, mentre i 2000 dollari continuano a rappresentare una soglia di resistenza apparentemente insormontabile in questi giorni.

Il prezzo resta comunque legato all’andamento del dollaro, che in caso di ripresa potrebbe effettivamente spingere l’oro sotto la soglia di supporto.

Pubblicita'

Previsioni sul prezzo del gas naturale e del petrolio

Il prezzo del gas naturale ha subito un lieve rialzo nella giornata di ieri e si è portato fino a 2,35 dollari, dunque ancora una volta vicino al valore di 2,4 dollari che rappresenta una fascia importante per la risorsa.

Il greggio Wti e il Brent sono invece saliti fino a 38,3 e 40,6 dollari rispettivamente. Superare i 40 dollari per il greggio texano non dovrebbe essere particolarmente agevole in questo periodo, come si intravede dall’analisi tecnica.

Quanto al Brent, si stimano variazioni di prezzo ridotte, che potrebbero concretizzarsi con un aumento sopra i 40 dollari o con un nuovo calo fino ai 35 dollari al barile.

Il Calendario Economico dell’Eurozona

Ieri, il FTSE MIB di Piazza Affari ha chiuso in rialzo del +0,82% intorno ai 19.950 punti. Meno bene il CAC40 di Parigi (+0,32%) e il DAX 30 di Francoforte (+0,18%) mentre l’Ibex-35 di Madrid ha chiuso in rialzo del +1,22%.

La settimana presenta ancora numerosi market movers a livello globale, che incideranno anche sul prezzo delle risorse sopra citate.

Oggi sarà il turno del saldo della bilancia commerciale europea e giapponese, l’IPC della Gran Bretagna e le vendite al dettaglio statunitensi, che si affiancano alle scorte e alle importazioni di greggio e alle scorte EIA di prodotti raffinati.

Si segnala che nella serata si terrà anche la conferenza stampa del Federal Open Market Committee, con le proiezioni economiche che sicuramente influiranno su diverse risorse.

Domani un’altra giornata ricca di appuntamenti internazionali, come le dichiarazioni sulla politica monetaria della Banca del Giappone, l’indice dei prezzi al consumo europeo ad Agosto e le decisioni sul tasso d’interesse della Bank of England.

Attenzione anche alle richieste di sussidi di disoccupazione degli Stati Uniti, attesi probabilmente in lieve calo rispetto alla settimana scorsa.

La settimana si concluderà venerdì con una giornata meno movimentata, in cui gli eventi di maggior dettaglio saranno le vendite al dettaglio mensili del Regno Unito, le partite correnti europee e le vendite industriali italiane.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico.

Non farti sfuggire nulla!
Scopri cosa sta muovendo i mercati. Iscriviti per un aggiornamento giornaliero consegnato alla tua email.

Ultimi Articoli

Vedi tutto

Espandi Le Tue Conoscenze

Vedi tutto

Fai Trading Con Un Broker Regolamentato

  • Il tuo capitale è esposto a rischio