FXEMPIRE
Tutti
Ad
coronavirus
Stai al Sicuro, SeguiGuida
Mondo
42,979,251Confermati
1,155,308morti
31,698,869Guariti
Recupero delle informazioni sulle posizione
Pubblicita'
Pubblicita'
Fabio Carbone
smic

La guerra (fredda) commerciale tra gli Stati Uniti d’America e la Cina non accenna a diminuire. Se da un lato le due potenze affermano di voler proseguire il dialogo e di voler portare avanti la prima fase dell’accordo firmato a gennaio, dall’altra gli USA applicano una linea decisamente dura nei confronti delle imprese cinesi.

Non bastava il ban di Huawei, non bastava il ban di TikTok e di altri social media cinesi dagli USA, adesso il Dipartimento della difesa discute la possibilità di imporre alla Semiconductor manufacturing international corporation (SMIC) cinese di non poter più approvvigionare il mercato americano con i suoi chip e di non poter ricevere più merci provenienti dagli Stati Uniti.

Pubblicita'

In buona sostanza Trump vuole “chiudere i rubinetti” a SMIC.
Il Dipartimento della Difesa statunitense è in comunicazione con il Dipartimento del commercio per verificare la possibilità di inserire la società di semiconduttori cinesi nella blacklist.

Perché Trump ha paura di SMIC

La Cina è dal punto di vista tecnologico la maggiore competitor degli USA, e SMIC è visto come il nemico numero uno delle società americane produttrici di chip.

SMIC in Cina è il player principale nella produzione di chip e di semiconduttori, è la società su cui la Cina punta per espandersi a livello globale.

Ma l’espansione di SMIC è vista come una minaccia per le corrispettive USA, perché queste ultime potrebbero trovarsi impossibilitate a esportare in Cina alle altre società. In pratica, SMIC potrebbe soddisfare da sola tutte le esigenze interne della Cina, rendendola autonoma, e le imprese statunitensi non avrebbero più sbocco per i loro semiconduttori.

Sono ormai 275 le società cinesi inserite nella blacklist e SMIC si potrebbe presto aggiungere alla lista.

Pubblicita'

Huawei sempre più sotto pressione

Anche Huawei Technologies potrebbe subire ulteriori pressioni e limitazioni, non permettendo più al colosso cinese di approvvigionarsi di chip negli USA.

In pratica si vuole impedire a Huawei di ottenere semiconduttori senza una licenza speciale.

Da considerare che SMIC è anche uno dei produttori di Huawei.

Una pressione internazionale

Ma la strategia degli USA è quella di fare pressione anche su altri partner internazionali, e in particolare europei, chiedendo loro di non comprare da Huawei e di escluderla da qualsiasi gara tecnologica (5G, wifi, ecc.).

TikTok non sarà la sola

L’amministrazione Trump ha vietato a chiunque di fare transazioni con ByteDance, la società che gestisce la app TikTok.

Questo avveniva il mese scorso. Ma ora Trump è deciso a escludere ulteriori applicazioni che secondo la sicurezza interna pongono dei problemi di sicurezza nazionale.

Non sono ancora noti i nomi delle applicazioni cinesi che saranno bloccate negli Stati Uniti.

Il problema è sempre lo stesso, gli USA temono che la Cina usi le sue imprese tecnologiche per carpire informazioni dai cittadini statunitensi.
Ma gli USA riusciranno a contrastare davvero la Cina. Altri mercati interessanti crescono e non solo in Asia, anche in America Latina, e non va dimenticata l’Africa, che al netto dei suoi problemi cresce.

Poi c’è l’Europa, che se Trump dovesse essere rieletto per altri 4 anni, potrebeb diventare ancora più insofferente alle imposizioni USA e costringere gli Stati dell’UE a orientarsi sempre più verso il Sol Levante.

Non farti sfuggire nulla!
Scopri cosa sta muovendo i mercati. Iscriviti per un aggiornamento giornaliero consegnato alla tua email.

Fai Trading Con Un Broker Regolamentato

  • Il tuo capitale è esposto a rischio
IMPORTANT DISCLAIMERS
The content provided on the website includes general news and publications, our personal analysis and opinions, and contents provided by third parties, which are intended for educational and research purposes only. It does not constitute, and should not be read as, any recommendation or advice to take any action whatsoever, including to make any investment or buy any product. When making any financial decision, you should perform your own due diligence checks, apply your own discretion and consult your competent advisors. The content of the website is not personally directed to you, and we does not take into account your financial situation or needs.The information contained in this website is not necessarily provided in real-time nor is it necessarily accurate. Prices provided herein may be provided by market makers and not by exchanges.Any trading or other financial decision you make shall be at your full responsibility, and you must not rely on any information provided through the website. FX Empire does not provide any warranty regarding any of the information contained in the website, and shall bear no responsibility for any trading losses you might incur as a result of using any information contained in the website.The website may include advertisements and other promotional contents, and FX Empire may receive compensation from third parties in connection with the content. FX Empire does not endorse any third party or recommends using any third party's services, and does not assume responsibility for your use of any such third party's website or services.FX Empire and its employees, officers, subsidiaries and associates, are not liable nor shall they be held liable for any loss or damage resulting from your use of the website or reliance on the information provided on this website.
RISK DISCLAIMER
This website includes information about cryptocurrencies, contracts for difference (CFDs) and other financial instruments, and about brokers, exchanges and other entities trading in such instruments. Both cryptocurrencies and CFDs are complex instruments and come with a high risk of losing money. You should carefully consider whether you understand how these instruments work and whether you can afford to take the high risk of losing your money.FX Empire encourages you to perform your own research before making any investment decision, and to avoid investing in any financial instrument which you do not fully understand how it works and what are the risks involved.
SEGUICI