Guerra Commerciale: La Cina potrebbe prendere di mira le merci primarie per gli USA

La guerra Commerciale tra Cina e Stati Uniti ha ancora molto da dire e la soluzione alle controversie è ancora lontana e di difficile soluzione.
Armando Madeo
Source photo: Reuters

Una delle figure più importanti della finanza mondiale in Cina dice che Pechino potrebbe premere Washington per porre fine alla loro guerra tariffaria bloccando le esportazioni di beni necessari alle compagnie americane. I commenti di Lou Jiwei, ex ministro delle finanze e presidente del fondo sovrano cinese, seguono i rapporti secondo i quali i regolatori cinesi stanno stringendo la morsa sulle compagnie americane rallentando le approvazioni doganali e intensificando le ispezioni ambientali e di altro tipo.

Sempre oggi, un giornale ufficiale ha chiesto misure da parte della Cina più aggressive per “mettere alle strette il mercato americano”, dopo che c’è stata l’applicazione di dazi da parte di entrambe le parti per 50 miliardi di dollari. Pechino sta prendendo in considerazione l’invito di Washington la settimana scorsa a rilanciare i colloqui sulla loro lotta per la politica tecnologica cinese e i piani per lo sviluppo guidato dallo stato di campioni globali in robotica e in altri campi.

Funzionari americani dicono che i Cinesi violano gli impegni di apertura del mercato e temono che possano erodere la leadership industriale statunitense. Allo stesso tempo, il presidente degli Stati Uniti Donald Trump sta decidendo se andare avanti con piani potenzialmente dirompenti per aumentare le tariffe su ulteriori 200 miliardi di dollari di merci cinesi. Le autorità cinesi non hanno ancora confermato quali contromisure potrebbero essere adottate per rispondere con contro-dazi di pari valore, ma hanno minacciato di prendere “misure globali” mentre Pechino esaurisce le importazioni per le sanzioni a causa della sua sbilanciata bilancia commerciale con gli Stati Uniti.

Le compagnie americane temono che le loro operazioni in Cina potrebbero essere prese di mira. Altri commentatori hanno suggerito che Pechino utilizzasse le sue posizioni sul debito del governo degli Stati Uniti o su società americane operanti in Cina.

Parlando domenica ad un forum di economia, Lou ha detto che Pechino dovrebbe interrompere le catene di fornitura di aziende americane che si affidano a beni o componenti a basso costo dalle vaste industrie manifatturiere cinesi, ha riferito il sito Sina.com. La “strategia di contrattacco” della Cina deve limitare le esportazioni verso gli Stati Uniti e le importazioni di merci statunitensi “, ha detto Lou come parafrasato.

“Solo conoscendo il possibile danno economico causato dalla disputa si fermerà la guerra e si obbligheranno gli Stati Uniti a negoziare seriamente”, ha detto Lou. Lou è stato ministro delle finanze fino al 2016 e ricopre il ruolo di presidente del fondo nazionale di sicurezza sociale da 1,9 trilioni di yuan (USD 290 miliardi), che gestisce le attività dei piani pensionistici pubblici. È un ex presidente del fondo sovrano cinese, la China Investment Corp.

The Global Times, pubblicato dal Partito Comunista al potere, ha avvertito che la Cina vede il conflitto tecnologico come una lunga battaglia. “La Cina sceglierà il modo più favorevole e potente per contrattaccare”, ha detto il giornale, che è noto per il suo tono insolitamente nazionalista e conflittuale.

“Non vediamo l’ora di un contrattacco più forte che peggiorerà l’economia americana”. Sina e altri punti vendita non hanno indicato se Lou avesse suggerito prodotti o industrie specifici a cui Pechino avrebbe potuto mirare.

La scorsa settimana, le Camere di commercio americane in Cina e a Shanghai hanno riportato il 52,1% di oltre 430 aziende che hanno risposto a un sondaggio hanno affermato che le autorità cinesi stanno sottoponendole a “misure qualitative”, tra cui lo sdoganamento più lento e le ispezioni e le procedure burocratiche.

Non farti sfuggire nulla!

Scopri cosa sta muovendo i mercati. Iscriviti per un aggiornamento giornaliero consegnato alla tua email.

Ultimi Articoli

Vedi tutto

Espandi Le Tue Conoscenze

Vedi tutto
IMPORTANT DISCLAIMERS
The content provided on the website includes general news and publications, our personal analysis and opinions, and contents provided by third parties, which are intended for educational and research purposes only. It does not constitute, and should not be read as, any recommendation or advice to take any action whatsoever, including to make any investment or buy any product. When making any financial decision, you should perform your own due diligence checks, apply your own discretion and consult your competent advisors. The content of the website is not personally directed to you, and we does not take into account your financial situation or needs.The information contained in this website is not necessarily provided in real-time nor is it necessarily accurate. Prices provided herein may be provided by market makers and not by exchanges.Any trading or other financial decision you make shall be at your full responsibility, and you must not rely on any information provided through the website. FX Empire does not provide any warranty regarding any of the information contained in the website, and shall bear no responsibility for any trading losses you might incur as a result of using any information contained in the website.The website may include advertisements and other promotional contents, and FX Empire may receive compensation from third parties in connection with the content. FX Empire does not endorse any third party or recommends using any third party's services, and does not assume responsibility for your use of any such third party's website or services.FX Empire and its employees, officers, subsidiaries and associates, are not liable nor shall they be held liable for any loss or damage resulting from your use of the website or reliance on the information provided on this website.
RISK DISCLAIMER
This website includes information about cryptocurrencies, contracts for difference (CFDs) and other financial instruments, and about brokers, exchanges and other entities trading in such instruments. Both cryptocurrencies and CFDs are complex instruments and come with a high risk of losing money. You should carefully consider whether you understand how these instruments work and whether you can afford to take the high risk of losing your money.FX Empire encourages you to perform your own research before making any investment decision, and to avoid investing in any financial instrument which you do not fully understand how it works and what are the risks involved.
SEGUICI