FXEMPIRE
Tutti
coronavirus
Stai al Sicuro, SeguiGuida
Mondo
10,834,202Confermati
519,582morti
6,054,005Guariti
Recupero delle informazioni sulle posizione
Pubblicita'
Pubblicita'
David Ruscelli

Elezioni presidenziali e tassi di interesse sono in questo momento i due grandi temi che appassionano gli investitori. Certamente la settimana in corso vedrà protagonista la Bce con la sua decisione di politica monetaria, ma è l’America a tenere banco visto che l’ultima volta che c’è stato un aumento del costo del denaro (dicembre 2015) gli effetti furono decisamente volatili nei due mesi successivi. Andando su EurUsd questa settimana abbiamo una chiusura interessante che sembra configurare una rottura ribassista dei supporti che derivano dalla trend line rialzista in essere da dicembre 2015. Si attende una conferma (sotto 1.09), ma di fatto se anche nell’ottava che va a cominciare non si assisterà alla reazione verso l’alto, allora per il Dollaro la view per il finale di anno potrebbe diventare interessante.

Ancora una volta il grafico basato sulle Ichimoku cloud si è rivelato un ottimo metodo di analisi. Come insegna la teoria, la lagging line era chiamata la settimana scorsa ad una discesa allineandosi ai prezzi di 26 sedute fa e così è stato. Ottimo lavoro hanno fatto anche le cloud che sono state capaci di arginare (come succede da 1 anno a questa parte) le velleità rialziste di EurJpy. Perché è importante il momento attuale? Perché le due linee anticipatrici per la prima volta sono molto vicine cominciando a segnalare la possibilità di inversione di tendenza almeno nel breve periodo. Staremo a vedere se sarà opportuno un disimpegno dallo Yen, ma abbiamo la fortuna di sapere che una chiusura di EurJpy sopra 116,50 fornirebbe un bel segnale bullish. Fino ad allora stare lunghi di Yen rimane la strategia migliore.

 

Attenzione ad EurAud di nuovo ritornato a ridosso dei supporti chiave di 1.44. Tante volte da dicembre 2015 ad oggi EurAud ha testato diverse volte questa linea ed in tutte le occasioni si è assistito ad un rimbalzo. Ad agosto un analogo comportamento provocò una fase di salita di EurAud che però risultò molto più blanda rispetto a quelle precedenti. Questa serie di massimi decrescenti è perciò indicativa di un atteggiamento degli investitori, ancora incerti sullo sfondamento verso il basso, ma desiderosi di comprare quando l’Aud si deprezza. Interessante anche notare come la settimana si chiude con lo sfondamento della trend line bullish partita nel 2012. Trappola per orsi? Vedremo, ma di certo la discesa definitiva sotto 1.43/1.44 renderà decisamente interessante lo short EurAud.

Quando entrare long sulla Sterlina? Un buon metro di misura potrebbe essere offerto da GbpJpy. Come si vede dal grafico lo sfondamento verso il basso del doppio minimo di 128.80 non ha prodotto l’accelerazione auspicata. Una risalita sopra tale soglia da parte del cross potrebbe catalogare il movimento come trappola per orsi e quindi rilanciare le sorti del Pound. Gli oscillatori in ipervenduto potrebbero favorire uno scenario che rimane di fondo negativo per il Pound ancora stagnante sui minimi degli ultimi 35 anni contro Dollaro.

David Ruscelli

Forex Strategico

Pubblicita'
Non farti sfuggire nulla!
Scopri cosa sta muovendo i mercati. Iscriviti per un aggiornamento giornaliero consegnato alla tua email.

Ultimi Articoli

Vedi tutto

Espandi Le Tue Conoscenze

Vedi tutto

Fai Trading Con Un Broker Regolamentato

  • Il tuo capitale è esposto a rischio