EUR/USD: analisi fondamentale giornaliera, previsioni – L’euro recupera dai minimi della sessione precedente prima dell’aggiornamento NFP dagli Stati Uniti

Per quanto riguarda le uscite odierne, il calendario europeo prevede il rilascio di aggiornamenti dei dati di secondo livello mentre il calendario degli Stati Uniti vedrà il rilascio dei dati di primo livello.
Colin First
eurusd-friday-bns-1

Ieri la coppia EUR/USD ha avuto una price action vincolata che si è chiusa su una nota accomodante; il calo delle borse europee, l’ottimismo sui negoziati commerciali Cina-USA che hanno provocato un calo della propensione al rischio e i dati macroeconomici accomodanti dall’UE sono la ragione principale del declino dell’euro nel mercato generale; tuttavia le speranze per la Brexit hanno fornito un certo livello di sostegno positivo ai rialzisti e hanno così impedito crolli ben più significativi, con conseguente price action accomodante e lievi perdite nelle borse europee. L’euro ha comunque fatto registrare un calo costante, toccando il minimo di $ 1,1205; in seguito la valuta comune ha iniziato il suo rimbalzo.

Le questioni geopolitiche rimangono le principali forze motrici

 La propensione al rischio è rimasta elevata durante i mercati asiatici, in quanto gli investitori prudenti in cerca di profitti hanno iniziato a piazzare scommesse speculative, seppur in misura ridotta, indirizzando lentamente l’euro verso la metà della maniglia a 1,12. Se i verbali della BCE non hanno aggiunto nulla di nuovo alla price action, hanno comunque confermato le delibere accomodanti fatte dai membri del MPC durante la conferenza stampa del mese scorso sui tassi di interesse, generando una forte resistenza a metà della maniglia di 1,12 ed evitando brusche impennate. Durante la stesura di questo articolo, la coppia EUR/USD si attesta a 1,1227 (+0,07% sul giorno).

Guardando in avanti, gli investitori sono in attesa di informazioni sui negoziati commerciali tra Cina e USA e sulla Brexit che chiariscano il trend direzionale della coppia nel medio-lungo termine; nell’immediato futuro si aspettano che gli aggiornamenti dei dati macro forniscano indicazioni sul movimento dei prezzi a breve termine e sulle opportunità di profitto. Per quanto riguarda le uscite odierne, il calendario europeo prevede il rilascio di aggiornamenti dei dati di secondo livello mentre il calendario degli Stati Uniti vedrà il rilascio dei dati di primo livello. Il calendario europeo prevede l’uscita dei dati di produzione industriale tedeschi mentre quello statunitense vedrà il rilascio dei salari dei lavoratori non agricoli, il tasso di disoccupazione e l’aggiornamento dei dati sul guadagno orario medio. Nell’immediato futuro, la coppia rimarrà vincolata all’intervallo compreso tra 1,1200 e 1,1250, che dovrà sfondare da entrambi i lati per avere un breakout in grado di facilitare il prossimo rally: l’aggiornamento NFP dagli Stati Uniti potrebbe innescare un tale movimento.

Non farti sfuggire nulla!

Scopri cosa sta muovendo i mercati. Iscriviti per un aggiornamento giornaliero consegnato alla tua email.

Ultimi Articoli

Vedi tutto

Espandi Le Tue Conoscenze

Vedi tutto

Migliori Promozioni

Migliori Broker