FXEMPIRE
Tutti
Ad
Pubblicita'
Pubblicita'
Aggiungi ai segnalibri
Petrolio Greggio
Pompe petroifere davanti a una piattaforma di perforazione in un

Alle 11,20 i futures sul Brent sono scambiati a 63,54 dollari al barile, in crescita del 2,24%. I futures sul greggio Usa crescono invece del 2,34% a 60,04 dollari a barile. Entrambi i contratti avevano perso circa 3 dollari nella giornata di ieri.

Le morti connesse al coronavirus nel mondo hanno superato i 3 milioni secondo il conteggio di Reuters, con una nuova ondata di contagi che sta mettendo a rischio le campagne vaccinali.

Il sentiment viene favorito dai dati di marzo, che hanno mostrato come l’attività dei servizi negli Usa abbia toccato un massimo record. Anche il comparto dei servizi cinese si è mostrato dinamico, con il maggiore aumento delle vendite in tre mesi.

In aggiunta a ciò, la Gran Bretagna è pronta a rimuovere ulteriori restrizioni il 12 aprile, con l’apertura di una serie di attività commerciali quali tutti i negozi, le palestre, i parrucchieri e le aree di ospitalità all’aperto.

Ad ogni modo, le nuove restrizioni in gran parte d’Europa e l’aumento di contagi in India gravano sui prezzi.

“Questo creerà con ogni probabilità timori riguardo la domanda, dato che al momento gran parte dell’outlook positivo del mercato del petrolio si basa sul presupposto di una forte ripresa della domanda nella seconda metà dell’anno”, osserva l’analista Ing Warren Patterson.

Questi fattori hanno aiutato a controbilanciare i timori riguardo l’accordo giunto la scorsa settimana in seno al gruppo noto come Opec+, che comprende i paesi Opec e i loro alleati, di aumentare l’offerta di 350.000 barili al giorno a maggio, di ulteriori 350.000 barili al giorno a giugno e di 400.000 barili al giorno a luglio.

L’attenzione del mercato ora è tesa alle trattative indirette tra Usa e Iran a Vienna per rilanciare l’accordo del 2015 sul nucleare, che potrebbe portare Washington a rimuovere le sanzioni sul settore dell’energia iraniano.

Goldman Sachs sostiene che qualsiasi potenziale ripresa nell’export di petrolio iraniano non sarebbe uno shock per il mercato e che una completa ripresa non dovrebbe avvenire prima dell’estate 2022.

Nel frattempo continua la tensione crescente tra Arabia Saudita e India. Le raffinerie di Stato indiane hanno in programma di comprare a maggio il 36% di petrolio saudita in meno rispetto ai valori normali, secondo tre fonti.

(Tradotto da Luca Fratangelo a Danzica, in Redazione a Milano Cristina Carlevaro, luca.fratangelo@thomsonreuters.com, +48587696613)

Pubblicita'
Non farti sfuggire nulla!
Scopri cosa sta muovendo i mercati. Iscriviti per un aggiornamento giornaliero consegnato alla tua email.

Fai Trading Con Un Broker Regolamentato

DISCLAIMER IMPORTANTE
Il contenuto fornito su questo sito web include notizie generiche e pubblicazioni, le nostre analisi, opinioni personali e contenuti forniti da terze parti, che sono intesi solo per scopi di istruzione e ricerca. Non costituisce e non dovrebbe essere letto come raccomandazione o consiglio a intraprendere qualsiasi azione, inclusi investimenti o acquisti di qualsiasi prodotto. Prima di prendere qualsiasi decisione finanziaria, dovresti effettuare le tue proprie valutazioni, applicare la tua discrezione e consultare solo i soggetti competenti di tua fiducia. Il contenuto del sito web non risulta diretto personalmente a te e noi non possiamo tenere in considerazione la tua situazione finanziaria e i tuoi bisogni. Le informazioni contenute in questo sito non sono necessariamente fornite in tempo reale né risultano necessariamente accurate. I prezzi qui riportati potrebbero essere forniti da market makers e non dalle borse. Qualsiasi operazione di trading o altra decisione finanziaria che farai ricadrà sotto la tua piena responsabilità e non dovresti affidarti completamente a nessuna informazione fornita in tutto il sito. FX Empire non offre nessuna garanzia riguardante le informazioni contenute nel sito e non si può assumere alcuna responsabilità per qualsiasi perdita finanziaria di trading che puoi patire per esserti affidato a qualsiasi informazione contenuta in questo sito. Il sito web può includere pubblicità e altri contenuti promozionali e FX Empire può ricevere un compenso da terze parti in relazione al contenuto. FX Empire nono appoggia le terze parti, non raccomanda l'utilizzo di alcun servizio e non si assume la responsabilità per qualsiasi utilizzo di servizi o siti web forniti da terze parti. FX Empire e i suoi dipendenti, agenti, filiali e associati non sono responsabili e non dovrebbero essere ritenuti tali per alcuna perdita o danno risultante dal tuo utilizzo del sito o dal tuo affidamento sulle informazioni fornite su questo sito.
DISCLAIMERS DI RISCHIO
Questo sito include informazioni sulle criptovalute, contratti differenziali (CFDs) e altri strumenti finanziari, e sui brokers, le borse e altre entità che effettuano trading in questi strumenti. Sia le criptovalute che i CFD sono strumenti complessi e presentano un elevato rischio di perdere il proprio capitale. Dovresti considerare attentamente se comprendi il funzionamento di questi strumenti e se puoi permetterti di sostenere il rischio elevato di perdere il tuo denaro. FX Empire ti incoraggia a effettuare le tue ricerche personali prima di effettuare qualsiasi decisione d'investimento, e di evitare di investire in qualsiasi strumento finanziario di cui tu non abbia una comprensione completa sul funzionamento e sui suoi rischi.