FXEMPIRE
Tutti
Ad
coronavirus
Stai al Sicuro, Seguila Guida
Mondo
99,842,046Confermati
2,140,522morti
71,848,378Guariti
Recupero delle informazioni sulle posizione
Pubblicita'
Pubblicita'
Alberto Ferrante
Indici delle borse europee

Ieri un’altra seduta caratterizzata da forte debolezza per i mercati, con le stime del Fondo Monetario Internazionale che hanno continuato a pesare sui listini europei.

Lo spread, che aveva raggiunto valori minimi ben sotto i 170 punti, è salito in area 180 e si è poi fermato a 177, con il rendimento del decennale benchmark a quota 1,3%.

Ieri, l’euro è stato scambiato al ribasso rispetto al dollaro USA, a quota 1,12. Intanto, gli Stati Uniti stanno valutando dazi su prodotti europei per circa 3,1 miliardi di dollari, che potrebbero scattare il 26 Luglio 2020 per diversi prodotti dalle olive al caffè, dalla birra al gin.

La settimana non particolarmente ricca di eventi macroeconomici di rilievo – al netto degli indici PMI e dell’Ifo tedesco, entrambi i netto aumento – si chiude quest’oggi con i dati sulla fiducia delle aziende e dei consumatori italiani a Giugno e con i dati sul deficit pubblico italiano nel primo trimestre dell’anno.

Saldo della Bilancia Commerciale italiana in aumento

La bilancia commerciale non-UE italiana a Maggio 2020 ha visto un netto miglioramento dei suoi conti, con un surplus di 4,15 miliardi di euro circa, che si contrappone al precedente deficit di -150 milioni di euro.

L’export è incrementato grazie ai beni intermedi (+27,1%) e di consumo non durevoli (+24,9%), ma soprattutto grazie ai beni strumentali (+62,1%). Si sono ulteriormente contratte invece le esportazioni di energia.

Pubblicita'

I principali indici europei

Dopo una seduta molto volatile, con diversi balzi sopra e sotto la linea del pareggio, il Ftse MIB di Piazza Affari ha chiuso in verde del +0,37%.

Seduta altrettanto volatile per gli altri indici europei, con il CAC40 parigino che ha però concluso la corsa in un più netto rialzo del +0,97% e il DAX30 di Francoforte al +0,69%.

Ancora una volta, l’Europa ha pagato i segnali di debolezza provenienti da Wall Street, dopo i dati sui sussidi di disoccupazione ancora in netta crescita, ben oltre le attese degli analisti.

In Italia sono scattate Fca grazie al maxi prestito da 6,3 miliardi di euro, Exor e Azimut. Male invece il segmento delle multiutility con Italgas e Hera che cedono rispettivamente il -1,3% e il -1,9%.

L’oro rallenta la sua corsa, ma resta l’obiettivo dei 1800 dollari

Negli ultimi due giorni l’oro ha rallentato la corsa, assestandosi tra i 1760 e i 1770 dollari l’oncia. Nei prossimi giorni è comunque possibile che l’oro riesca a ritrovare la spinta necessaria per riavvicinarsi alla nuova resistenza fissata a 1800 dollari.

Qualora le tensioni tra USA ed Europa sopra riportate dovessero continuare a concretizzarsi, si può prevedere una maggiore attenzione nei confronti del metallo prezioso da parte degli investitori propensi a concentrarsi su risorse meno rischiose.

La ripresa del petrolio che continua a gravitare intorno ai 40 dollari

Quello di mercoledì sembra essere stato solo un breve inciampo: la caduta del petrolio di oltre 5 punti percentuali, causata essenzialmente dai dati sulle scorte USA, non ha allontanato il greggio dal suo nuovo baricentro di 40 dollari al barile.

Nella notte di ieri, il Wti era infatti scambiato a 39,17 dollari e il Brent 41,59 dollari al barile.

A preoccupare maggiormente sono invece i prezzi del gas naturale, indeboliti dal crollo delle esportazioni del GNL e dalle aspettative di un ulteriore ribasso.

Per un’occhiata a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico.

Non farti sfuggire nulla!
Scopri cosa sta muovendo i mercati. Iscriviti per un aggiornamento giornaliero consegnato alla tua email.

Fai Trading Con Un Broker Regolamentato

  • Il tuo capitale è esposto a rischio
IMPORTANT DISCLAIMERS
The content provided on the website includes general news and publications, our personal analysis and opinions, and contents provided by third parties, which are intended for educational and research purposes only. It does not constitute, and should not be read as, any recommendation or advice to take any action whatsoever, including to make any investment or buy any product. When making any financial decision, you should perform your own due diligence checks, apply your own discretion and consult your competent advisors. The content of the website is not personally directed to you, and we does not take into account your financial situation or needs.The information contained in this website is not necessarily provided in real-time nor is it necessarily accurate. Prices provided herein may be provided by market makers and not by exchanges.Any trading or other financial decision you make shall be at your full responsibility, and you must not rely on any information provided through the website. FX Empire does not provide any warranty regarding any of the information contained in the website, and shall bear no responsibility for any trading losses you might incur as a result of using any information contained in the website.The website may include advertisements and other promotional contents, and FX Empire may receive compensation from third parties in connection with the content. FX Empire does not endorse any third party or recommends using any third party's services, and does not assume responsibility for your use of any such third party's website or services.FX Empire and its employees, officers, subsidiaries and associates, are not liable nor shall they be held liable for any loss or damage resulting from your use of the website or reliance on the information provided on this website.
RISK DISCLAIMER
This website includes information about cryptocurrencies, contracts for difference (CFDs) and other financial instruments, and about brokers, exchanges and other entities trading in such instruments. Both cryptocurrencies and CFDs are complex instruments and come with a high risk of losing money. You should carefully consider whether you understand how these instruments work and whether you can afford to take the high risk of losing your money.FX Empire encourages you to perform your own research before making any investment decision, and to avoid investing in any financial instrument which you do not fully understand how it works and what are the risks involved.
SEGUICI