FXEMPIRE
Tutti
coronavirus
Stai al Sicuro, SeguiGuida
Mondo
12,257,518Confermati
554,062morti
7,127,262Guariti
Recupero delle informazioni sulle posizione
Pubblicita'
Pubblicita'
Alberto Ferrante
Petrolio

La settimana si è aperta con una chiusura in calo per i principali indici europei, con Piazza Affari che ha dovuto affrontare anche i dati, disastrosi, sulla produzione industriale italiana a Marzo.

In generale, l’Europa è ripartita molto lentamente a causa dell’incremento dei contagi in diversi Paesi, con la Russia in testa negli ultimi giorni.

Lo spread BTp/Bund è quindi tornato a salire sopra i 240 punti, con il decennale a quota 1,92%.

Anche il prezzo del petrolio nel pomeriggio di ieri si è presentato nuovamente in flessione, con il WTI intorno ai 24,5 dollari e il Brent anch’esso in calo, ma sempre sopra i 30 dollari.

A tal proposito, l’Arabia Saudita ha comunicato di aver lanciato un pacchetto di misure proprio per contrastare l’impatto economico del calo del greggio, tramite un aumento dell’IVA e la sospensione del sussidio di indennità per alcune fasce della popolazione.

Dal 1° Luglio, l’IVA passerà così dal 5% al 15%, come confermato dal ministro Mohammed al-Jadaan.

I principali indici europei

Il FTSE MIB di Piazza Affari ha chiuso la sessione in negativo, con un lieve calo del -0,33%, su cui ha sicuramente pesato il crollo della produzione industriale.

Il DAX30 tedesco ha invece perso il -0,73%, mentre il CAC40 di Parigi ha perso il -1,31%, scendendo sotto i 4500 punti.

Ancor peggio l’Ibex-35 di Madrid, che ha chiuso in calo del -1,63%, mentre Londra è riuscita a restare a galla chiudendo al +0,063%.

Pubblicita'

Produzione Industriale Italiana in calo sotto le attese

Secondo i dati Istat, la produzione industriale italiana, a Marzo, è crollata del -28,4%. I dati presentati, in termini tendenziali, rappresentano la maggiore diminuzione mensile della serie storica dell’Istat, iniziata nel 1990.

Sono stati superati abbondantemente anche i valori registrati nel corso della crisi del 2008/2009, con variazioni negative per i beni strumentali (-39,9%), beni intermedi (-27,3%), beni di consumo (-27,2%) ed energia (-10,1%).

Il Calendario Economico dell’Eurozona

Oggi si terranno le aste dei Letras spagnoli a 3 mesi e dei BOT italiani a 12 mesi. Negli USA, invece, saranno rivelati gli indici dei prezzi al consumo e i redditi reali, oltre ai dati sulle scorte settimanali di petrolio, che sicuramente impatteranno sull’andamento del greggio.

Domani sarà invece il turno della produzione industriale dell’Eurozona, mentre continueranno in Germania e in Italia le aste, rispettivamente, dei Bund a 30 anni e dei BTp a 3, 7 e 30 anni.

Giornata carica di market movers anche per il Regno Unito, con i dati sul PIL, sulla produzione industriale e manifatturiera, sugli investimenti delle aziende e sulla bilancia commerciale (anche extra-UE) di Marzo.

Giovedì l’attenzione sarà invece rivolta ai dati sugli indici dei prezzi al consumo e all’ingrosso in Germania e in Spagna, oltre che sul tasso di disoccupazione francese per il primo trimestre dell’anno.

Sempre in mattinata, si conoscerà inoltre il saldo della bilancia commerciale italiana e si attenderà il report mensile della Banca Centrale Europea.

La settimana si chiuderà con un’altra giornata critica per l’economia europea. Venerdì, infatti, si conosceranno in mattinata i dati sul PIL tedesco e dell’Olanda, oltre all’indice dei prezzi al consumo in Francia e in Italia e ai dati sulle vendite industriali italiane.

Giornata fondamentale anche per l’intera Eurozona, con i dati sul livello di occupazione, sulla bilancia commerciale e sul PIL.

A tal proposito, le stime di alcuni analisti prevedono un calo anche superiore al -4%, sicuramente accentuato nel secondo trimestre dell’anno. La ripresa europea potrebbe giungere solo l’anno prossimo, con un rimbalzo generalizzato qualora l’epidemia di Coronavirus riesca ad essere domata entro i prossimi due trimestri.

Non farti sfuggire nulla!
Scopri cosa sta muovendo i mercati. Iscriviti per un aggiornamento giornaliero consegnato alla tua email.

Ultimi Articoli

Vedi tutto

Espandi Le Tue Conoscenze

Vedi tutto

Fai Trading Con Un Broker Regolamentato

  • Il tuo capitale è esposto a rischio