FXEMPIRE
Tutti
Pubblicita'
Pubblicita'

Titoli azionari europei: Davos e Focus sui dati economici

I Futures indicano un inizio ribassista, con le prospettive di crescita del FMI, Davos e le ultime notizie sul Coronavirus probabilmente stanno testando i tori.
Bob Mason
Forex chart over the background of the skyscrapers of the International Business Centre in Moscow, Russia.

Calendario economico:

Martedì 21 gennaio 2020

Condizioni tedesche ZEW (Gen)

Sentimento economico tedesco ZEW (Gen)

Sentimento economico Eurozone ZEW (Gen)

Giovedì 23 gennaio 2020

Decisione sulla politica monetaria della BCE e conferenza stampa

Fiducia dei consumatori Eurozona Prelim

Venerdì 24 gennaio 2020

PMI manifatturiero francese (Gen) Prelim

French Services PMI (Gen) Prelim

PMI manifatturiero tedesco (Gen) Prelim

PMI Servizi tedeschi (Gen) Prelim

Ifo Business Climate Index tedesco

Eurozone Manufacturing PMI (Gen) Prelim

PMI composito Eurozone Markit (Gen) Prelim

PMI Servizi Eurozona (Gen) Prelim

Parlerà il presidente della BCE Lagarde

Pubblicita'

Titoli principali

È stato un inizio misto per la settimana per le major europee, con il DAC30 in aumento dello 0,17% per invertire la tendenza del giorno. Il CAC40 e EuroStoxx600 sono diminuiti rispettivamente dello 0,36% e dello 0,14%.

La mancanza di dati economici per influenzare ha lasciato i mercati cauti in quel giorno, con il Forum economico mondiale in primo piano questa settimana.

Mentre non ci sono state chiacchiere negative dal forum lunedì, il rischio geopolitico sarà probabilmente la principale area di interesse nella settimana a venire.

L’FMI ha declassato le sue previsioni di crescita lunedì in tempo per i leader mondiali e commerciali per elaborare un piano.

Secondo le ultime previsioni, l’FMI prevede una crescita del 2,9% nel 2020, in calo dal 3%. Nel 2021, la previsione di crescita globale è stata rivista dal 3,4% al 3,3%.

La revisione al ribasso alla crescita e le prospettive meno ottimistiche hanno pesato sulle major europee del giorno. Ciò è avvenuto nonostante l’FMI abbia notato che alcune delle incertezze chiave di ottobre erano diminuite.

Le Statistiche

Lunedì è stata una giornata tranquilla sul calendario economico dell’Eurozona, con statistiche limitate ai dati sull’inflazione all’ingrosso provenienti dalla Germania.

A dicembre, l’indice dei prezzi alla produzione è aumentato di appena lo 0,1%, rimanendo a corto di un previsto aumento dello 0,2%. A novembre l’indice era sceso dello 0,2%.

Le cifre hanno avuto un impatto silenzioso sulle major, tuttavia.

All’inizio della giornata, il PBoC ha mantenuto invariati i tassi di prestito a 1 e 5 anni che avevano fornito supporto alla propensione al rischio in vista dell’apertura europea.

Il trattenimento del PBoC dal fornire ulteriore supporto è stato attribuito alla firma dell’accordo commerciale di fase 1 la scorsa settimana.

Pechino e il PBoC saranno probabilmente in una modalità di attesa a breve termine per vedere quale impatto avrà l’accordo in termini commerciali.

Non c’erano statistiche fuori dagli Stati Uniti da considerare, con i mercati statunitensi chiusi.

I Market Movers

Per il DAX: è stata ancora un’altra giornata mista per il settore automobilistico. Continental ha in controtendenza il giorno, scendendo dello 0,85%. BMW, Daimler e Volkswagen hanno visto il green, tuttavia, con guadagni rispettivamente dello 0,76%, 0,17% e 0,72%.

È stato un giorno ribassista per le banche, con Commerzbank e Deutsche Bank entrambe in calo del 2,31%.

Dal CAC, è stata una giornata ribassista per le banche. BNP Paribas è diminuito dello 0,51%, con Credit Agricole e Soc Gen in calo rispettivamente dello 0,47% e dello 0,21%.

Per il settore automobilistico francese, tuttavia, è stata una giornata mista, con Peugeot in calo dello 0,18%, mentre la Renault ha guadagnato lo 0,85% nel giorno.

Sull’indice VIX

I mercati statunitensi sono stati chiusi lunedì.

La giornata di oggi

Sarà un giorno relativamente impegnativo per il calendario economico dell’Eurozona. I dati economici includono la Germania e le cifre del sentimento economico ZEW dell’Eurozona per gennaio.

Possiamo aspettarci che i numeri forniscano indicazioni al momento del rilascio, con poco altro che i mercati devono prendere in considerazione in quel giorno.

Qualsiasi chiacchiera di Davos influenzerà anche l’incontro dei leader mondiali.

Un pullback nelle major asiatiche ha pesato sui futures DAX in vista della sessione europea. Dobbiamo ancora vedere il panico del mercato sul Coronavirus, ma le notizie di un’altra morte e gli operatori sanitari che si ammalano non aiuteranno.

Nel mercato dei futures, al momento della stesura del presente documento, il DAX era in calo di 25,5 punti, mentre il Dow era in calo di 80 punti.

Non farti sfuggire nulla!
Scopri cosa sta muovendo i mercati. Iscriviti per un aggiornamento giornaliero consegnato alla tua email.

Ultimi Articoli

Vedi tutto

Espandi Le Tue Conoscenze

Vedi tutto

Fai Trading Con Un Broker Regolamentato

  • Il tuo capitale è esposto a rischio