FXEMPIRE
Tutti
Ad
coronavirus
Stai al Sicuro, SeguiGuida
Mondo
19,145,921Confermati
714,453morti
12,289,018Guariti
Recupero delle informazioni sulle posizione
Pubblicita'
Pubblicita'
James Hyerczyk
oil pumps on sunset

I futures sul petrolio greggio US West Texas Intermediate e benchmark internazionale Brent continuano a crescere più in rialzo giovedì a seguito di minori scorte di greggio statunitensi, tagli all’offerta dell’OPEC+ e graduale aumento della domanda mentre i governi allentano le restrizioni e i blocchi imposti a causa della crisi del coronavirus.

Poco prima dell’apertura di New York alle 12:00 GMT, i futures sul greggio USA e Brent sono scambiati ai massimi livelli dal 9 aprile.

Alle 10:29 GMT, i futures sul greggio WTI di Luglio vengono scambiati $ 34,16, in rialzo di $ 0,67 o +2,00% e il greggio Brent di Luglio è a $ 36,40, in rialzo di $ 0,65 o +1,82%.

Rapporto settimanale sulle scorte della U.S. Energy Information Administration

L’Energy Information Administration (EIA) ha riferito mercoledì che le scorte di greggio statunitensi sono diminuite di 5 milioni di barili per il fine settimana del 15 maggio, segnando un secondo calo settimanale di fila. Ciò rispetto a una previsione degli analisti intervistata da S&P Global Platts per un aumento medio di 2,4 milioni di barili.

I dati EIA hanno anche mostrato che le scorte di greggio presso l’hub di stoccaggio di Cushing sono diminuite di circa 5,5 milioni di barili durante la settimana, alleviando le preoccupazioni per il restringimento dello spazio di stoccaggio.

Il rapporto EIA di mercoledì ha anche mostrato che l’ offerta di benzina è aumentata inaspettatamente di 2,8 milioni di barili, mentre le scorte di distillati sono aumentate di 3,8 milioni di barili. I commercianti cercavano un calo dell’offerta di benzina di 3,5 milioni di barili, mentre le scorte di distillati erano previste a 3,2 milioni di barili in più.

Pubblicita'

Rapporto settimanale sulle scorte dell’American Petroleum Institute

Il rapporto sugli inventari settimanali dell’American Petroleum Institute (API) pubblicato martedì ha mostrato una grande estrazione di petrolio greggio di 4,8 milioni di barili per il fine settimana del 15 maggio. I commercianti erano alla ricerca di un inventario di 1,151 milioni di barili.

L’API ha riportato un prelievo di 651.000 barili di benzina per il fine settimana del 15 maggio. Le aspettative degli analisti erano per un pareggio di 2,134 milioni di barili per la settimana. Gli inventari di distillati sono aumentati di 5,1 milioni di barili durante la settimana, rispetto alla build della 4,712 barili della scorsa settimana, mentre gli inventari di Cushing hanno visto un pareggio di 5 milioni di barili.

Previsioni giornaliere

I dati indicano che l’offerta viene gestita attraverso la conformità tra i membri dell’OPEC + nonché i tagli alla produzione negli Stati Uniti. La domanda si sta riprendendo in Asia del Nord, in particolare in Cina, sulla base di recenti rapporti. E mentre l’Europa e gli Stati Uniti iniziano ad aprire le loro economie, la domanda dovrebbe migliorare anche in quelle regioni.

Con le condizioni della domanda e dell’offerta che si muovono nella giusta direzione, dovremmo continuare a vedere sostegno nel mercato del petrolio greggio fino a quando i prezzi non raggiungono un’area di resistenza tecnica sul grafico, o i numeri di coronavirus iniziano a mostrare un rapido aumento del numero di casi.

A questo punto, lo slancio positivo è forte, ma potrebbe finire rapidamente se il numero di casi di coronavirus globali continuasse a raggiungere i massimi record di un giorno come hanno fatto mercoledì, secondo l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS).

Gli Stati Uniti che stanno diventando di nuovo un importante punto caldo saranno di nuovo un grande punto di svolta.

Non farti sfuggire nulla!
Scopri cosa sta muovendo i mercati. Iscriviti per un aggiornamento giornaliero consegnato alla tua email.

Ultimi Articoli

Vedi tutto

Espandi Le Tue Conoscenze

Vedi tutto

Fai Trading Con Un Broker Regolamentato

  • Il tuo capitale è esposto a rischio