FXEMPIRE
Tutti

Previsioni giornaliere fondamentali sul prezzo del petrolio – La Russia potrebbe approvare tagli dopo l’OPEC, le prospettive della domanda ribassista dell’emissione dell’AIE

Le previsioni sulla domanda ribassista dell’OPEC e dell’AIE probabilmente incoraggeranno l’OPEC e i suoi alleati, in particolare la Russia, ad attuare gli ulteriori tagli alla produzione raccomandati la scorsa settimana.
James Hyerczyk
IPO Saudi Aramco

I futures sul petrolio greggio intermedio e internazionale di riferimento del Brent negli Stati Uniti occidentali sono in calo giovedì dopo aver restituito i guadagni precedenti. La debolezza è alimentata da un forte aumento del numero di decessi e infezioni da coronavirus che ha smorzato la visione ottimistica che il virus aveva raggiunto il picco. Inoltre, ha anche sollevato dubbi sul fatto che l’effetto dell’epidemia sulla domanda di greggio sarebbe peggiorato.

Alle 09:59 GMT, il greggio WTI di aprile viene scambiato a $ 51,06, in calo di $ 0,35 o -0,66% e il petrolio greggio Brent di aprile è a $ 55,25, in calo di $ 0,54 o -1,15%.

Nuovi dati sul coronavirus interrompono il rally di questa settimana

Mercoledì scorso, il greggio è salito di oltre il 3% ai massimi, quando i commercianti hanno osservato tagli più profondi della produzione dall’OPEC e poiché la Cina ha riportato il numero più basso di nuovi casi di coronavirus dalla fine di gennaio, alleviando le preoccupazioni per un calo della domanda di petrolio.

Un catalizzatore è cambiato giovedì, tuttavia, dopo che la provincia cinese di Hubei, dove si ritiene che il virus abbia avuto origine, ha riportato 242 nuovi decessi, il doppio del bilancio del giorno precedente e l’aumento più rapido da quando il patogeno è stato identificato a dicembre.

Ha anche confermato 14.840 nuovi casi, anche se è stato amplificato in modo significativo da un passaggio all’utilizzo di scansioni di tomografia computerizzata (CT) più veloci – che rivelano infezioni polmonari – per confermare i casi di virus.

Escludendo i casi confermati con i nuovi metodi, il numero di nuovi casi è aumentato solo di 1.508, i dati ufficiali hanno mostrato, sebbene per i mercati il risultato netto fosse più incerto sulla durata della persistenza dei problemi.

L’OPEC taglia le previsioni per la crescita della domanda di petrolio quest’anno

In un rapporto attentamente seguito pubblicato mercoledì, l’OPEC ha tagliato le sue previsioni per la crescita della domanda di petrolio quest’anno, affermando che l’epidemia di coronavirus è stata la ragione principale.

Il cartello ha dichiarato che ora prevede che la crescita della domanda di petrolio giornaliera per il 2020 sarà di 990.000 barili al giorno (bpd), che è di 230.000 bpd al di sotto delle previsioni precedenti.

“L’impatto dell’epidemia di Coronavirus sull’economia cinese ha aggiunto alle incertezze che circondano la crescita economica globale nel 2020 e, per estensione, la crescita della domanda mondiale di petrolio nel 2020”, ha affermato l’OPEC nel rapporto.

L’AIE afferma che l’epidemia di virus riduce la domanda di petrolio nel primo trimestre

La domanda di petrolio è destinata a scendere di anno in anno nel primo trimestre per la prima volta da quando la profondità della crisi finanziaria del 2009 è stata colpita dall’epidemia di coronavirus in Cina, ha riferito giovedì  l’Agenzia internazionale dell’energia (AIE).

“Le conseguenze di Covid-19 per la domanda globale di petrolio saranno significative. La domanda dovrebbe ora contrarsi di 435.000 barili al giorno (bpd) nel 1° trimestre, il primo calo trimestrale in più di un decennio “, ha detto l’AIE con sede a Parigi in un rapporto mensile, usando il nuovo nome scientifico per il virus.

“Per il 2020 nel suo complesso, abbiamo ridotto le nostre previsioni di crescita globale da 365.000 bpd a 825.000 bpd, il più basso dal 2011”, ha affermato l’AIE, aggiungendo che si presume che l’attività economica dal secondo trimestre sarebbe tornata progressivamente alla normalità.

Nel secondo trimestre ha dichiarato di prevedere che la domanda di petrolio crescerà di 1,2 milioni di barili al giorno prima di normalizzarsi nel terzo trimestre con una crescita di 1,5 milioni di barili al giorno su probabili misure di stimolo economico in Cina.

Previsioni giornaliere

Le previsioni sulla domanda ribassista dell’OPEC e dell’AIE probabilmente incoraggeranno l’OPEC e i suoi alleati, in particolare la Russia, ad attuare gli ulteriori tagli alla produzione raccomandati la scorsa settimana. La scorsa settimana un comitato tecnico dell’OPEC + ha raccomandato di ampliare i tagli alla produzione per porre un freno al calo dei prezzi del petrolio, sebbene vi fosse una certa resistenza da parte della Russia. Il grande produttore ha affermato che ci vuole più tempo, ma penso che le nuove previsioni incoraggeranno la Russia a firmare il taglio più profondo dell’OPEC +.

La copertura corta dovrebbe far salire i prezzi se la Russia annuncia che sta andando d’accordo con i tagli alla produzione, ma i guadagni saranno limitati poiché i tagli non saranno sufficienti per superare il declino della domanda. Se la Russia passa il taglio, allora questo sarà un disastro. I prezzi scenderanno ai minimi pluriennali.

Non farti sfuggire nulla!
Scopri cosa sta muovendo i mercati. Iscriviti per un aggiornamento giornaliero consegnato alla tua email.

Ultimi Articoli

Vedi tutto

Espandi Le Tue Conoscenze

Vedi tutto
IMPORTANT DISCLAIMERS
The content provided on the website includes general news and publications, our personal analysis and opinions, and contents provided by third parties, which are intended for educational and research purposes only. It does not constitute, and should not be read as, any recommendation or advice to take any action whatsoever, including to make any investment or buy any product. When making any financial decision, you should perform your own due diligence checks, apply your own discretion and consult your competent advisors. The content of the website is not personally directed to you, and we does not take into account your financial situation or needs.The information contained in this website is not necessarily provided in real-time nor is it necessarily accurate. Prices provided herein may be provided by market makers and not by exchanges.Any trading or other financial decision you make shall be at your full responsibility, and you must not rely on any information provided through the website. FX Empire does not provide any warranty regarding any of the information contained in the website, and shall bear no responsibility for any trading losses you might incur as a result of using any information contained in the website.The website may include advertisements and other promotional contents, and FX Empire may receive compensation from third parties in connection with the content. FX Empire does not endorse any third party or recommends using any third party's services, and does not assume responsibility for your use of any such third party's website or services.FX Empire and its employees, officers, subsidiaries and associates, are not liable nor shall they be held liable for any loss or damage resulting from your use of the website or reliance on the information provided on this website.
RISK DISCLAIMER
This website includes information about cryptocurrencies, contracts for difference (CFDs) and other financial instruments, and about brokers, exchanges and other entities trading in such instruments. Both cryptocurrencies and CFDs are complex instruments and come with a high risk of losing money. You should carefully consider whether you understand how these instruments work and whether you can afford to take the high risk of losing your money.FX Empire encourages you to perform your own research before making any investment decision, and to avoid investing in any financial instrument which you do not fully understand how it works and what are the risks involved.
SEGUICI