FXEMPIRE
Tutti
coronavirus
Stai al Sicuro, SeguiGuida
Mondo
13,306,016Confermati
577,205morti
7,767,337Guariti
Recupero delle informazioni sulle posizione
Pubblicita'
Pubblicita'
James Hyerczyk
Prezzo Wti

Quasi un mese dopo i tagli alla produzione guidati dall’OPEC, i funzionari russi stanno già considerando una possibile estensione dell’attuale livello di tagli oltre giugno. Nel frattempo, ci sono prove che l’attuale rally non sia guidato solo da una copertura breve. Nuovi dati indicano che gli hedge fund hanno continuato ad accumulare posizioni rialziste nel greggio WTI.

Il ministro russo, le major petrolifere discutono dell’estensione del taglio di produzione: fonti

Il ministro russo dell’Energia Alexander Novak ha incontrato martedì le principali compagnie petrolifere nazionali per discutere dell’implementazione dei cordoli della produzione petrolifera globale e della possibile estensione dell’attuale livello di tagli oltre giugno, secondo fonti informate di Reuters.

L’incontro è un ulteriore segnale del fatto che Mosca è impegnata a sostenere qualsiasi futura azione congiunta per stabilizzare i mercati petroliferi per tutto il tempo necessario, dopo aver ridotto la sua produzione per chiudere alla sua quota nell’ambito dell’accordo globale, ha affermato Reuters.

Una fonte, che ha familiarità con i dettagli della riunione, ha affermato che non è stata presa alcuna decisione.

“Novak ha appena chiesto opinioni, se estendere (l’accordo) o meno. Le opinioni sono state divise quasi equamente “, ha detto la fonte.

Ha aggiunto che è stato deciso di analizzare il mercato, attendere che la domanda migliorasse quando gli aerei, messi a terra a causa delle misure di combattimento del coronavirus, ricominceranno a volare.

Il quotidiano Kommersant, citando tre fonti dell’ industria petrolifera, ha dichiarato che la Russia potrebbe mantenere l’attuale livello di tagli fino a settembre.

Pubblicita'

Gli hedge fund costruiscono una grande posizione rialzista nel WTI

Gli hedge fund e altri gestori monetari hanno continuato ad accumulare posizioni rialziste nel greggio e nei suoi prodotti la scorsa settimana, ma quasi tutti gli acquisti rimangono concentrati nel WTI, con poche prove di ottimismo in altri contratti a termine, ha affermato Reuters.

I gestori di portafoglio hanno acquistato l’equivalente di 30 milioni di barili nei sei contratti future e opzioni più importanti nella settimana fino al 19 maggio, hanno mostrato dati di borsa e regolamentari.

I gestori di fondi sono stati acquirenti netti in sette delle ultime otto settimane, aumentando la loro posizione di 292 milioni di barili dal 24 marzo.

Gli acquisti WTI per un totale di 216 milioni di barili hanno rappresentato quasi i tre quarti di tutti gli acquisti nei sei contratti principali dal 24 marzo. Di conseguenza, i fondi ora detengono una posizione netta di 380 milioni di barili in NYMEX e ICE WTI, rispetto a soli 158 milioni di barili in Brent.

Dopo l’acquisto sbilenco, i fondi detengono otto contratti rialzisti per ciascuno short in WTI, rispetto ai rapporti di solo 2: 1 a Brent, 3: 1 a benzina, 0,7: 1 a gasolio e 1,3: 1 a gasolio.

Previsioni giornaliere

La Russia che cerca di estendere l’accordo sul taglio della produzione e di coprire gli hedge fund in modo aggressivo acquistando petrolio greggio WTI sono forti segnali che l’attuale rally di un mese è legittimo. Anche se potremmo assistere a battute d’arresto periodiche, le notizie suggeriscono che i trader saranno probabilmente disponibili ad acquistare sui salti.

Gli attuali fondamenti sono di supporto, ma i trader rialzisti dovrebbero stare attenti nel caso in cui colpisca una seconda ondata di infezioni da coronavirus.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico.

Non farti sfuggire nulla!
Scopri cosa sta muovendo i mercati. Iscriviti per un aggiornamento giornaliero consegnato alla tua email.

Ultimi Articoli

Vedi tutto

Espandi Le Tue Conoscenze

Vedi tutto

Fai Trading Con Un Broker Regolamentato

  • Il tuo capitale è esposto a rischio