FXEMPIRE
Tutti
Ad
coronavirus
Stai al Sicuro, SeguiGuida
Mondo
33,868,490Confermati
1,013,006morti
25,165,027Guariti
Recupero delle informazioni sulle posizione
Pubblicita'
Pubblicita'
James Hyerczyk
Oil and gas industry.

I futures sul petrolio greggio di U.S. West Texas intermedi e di riferimento del Brent internazionale vengono scambiati in ribasso giovedì dopo che un forte sell-off è stato innescato nella sessione precedente da un rapporto secondo il quale il presidente Trump ha soppesato le sanzioni all’Iran, che potrebbero aumentare l’offerta globale di greggio in un momento in cui i produttori sono preoccupati per la crescita della domanda globale inferiore.

Alle 10:07 GMT, i futures sul greggio WTI di novembre vengono scambiati a $ 55,34, in calo di $ 0,33 o -0,59% e i futures sul petrolio greggio di dicembre del Brent vengono scambiati $ 59,46, in calo di $ 0,48 o -0,80%.

Secondo Bloomberg, Trump ha discusso di allentare le sanzioni contro l’Iran per contribuire a garantire un incontro con il presidente iraniano Hassan Rouhani alla fine di questo mese.

Il rapporto Bloomberg, attribuito a tre fonti senza nome, afferma che l’allora consigliere per la sicurezza nazionale John Bolton ha contestato tale passo. Questo potrebbe essere stato il motivo per cui Bolton è stato licenziato o ha lasciato la sua posizione all’inizio della settimana.

Non solo l’allentamento delle sanzioni contro l’Iran porterà sul mercato nuovo petrolio, ma gli esperti affermano che potrebbe arrivare sul mercato entro la fine dell’anno. Questa è una grande preoccupazione perché anche se gli Stati Uniti e la Cina siglano un accordo per porre fine alla guerra commerciale in ottobre, due mesi non saranno sufficienti per aumentare la domanda, aumentando ulteriormente un potenziale eccesso di offerta globale.

L’introduzione di più petrolio sul mercato comprometterà anche il tentativo guidato dall’OPEC di restringere l’offerta e stabilizzare i prezzi riducendo la produzione dei suoi membri e dei principali produttori di alleati.

Rapporto settimanale sulle scorte della U.S. Energy Information Administration

La VIA ha riferito mercoledì che le forniture di greggio statunitensi sono diminuite di 6,9 milioni di barili per il fine settimana del 6 Settembre. I commercianti stavano cercando un calo di 2,8 milioni di barili.

Il rapporto VIA ha anche mostrato un calo dell’offerta settimanale di 700.000 barili di benzina, mentre le scorte di distillati sono aumentate di 2,7 milioni di barili. Gli analisti stavano cercando un prelievo di 1,4 milioni di barili di benzina e un aumento di 220.000 barili nelle forniture di distillati.

Pubblicita'

Previsioni giornaliere

È solo una speculazione in questo momento, ma allentare le sanzioni contro l’Iran sarà un problema ribassista. La notizia ha persino compensato il tono rialzista inviato all’inizio della settimana, quando il principe Abdulaziz bin Salman, il nuovo Ministro dell’energia dell’Arabia Saudita, ha affermato che la politica petrolifera non cambierà e che l’accordo sull’OPEC + verrà mantenuto.

Le notizie hanno portato gli investitori a spostare la loro attenzione dal calo delle forniture statunitensi che sta avvenendo ora a un eccesso di offerta potenzialmente ribassista in futuro. Inoltre, anche i commercianti di petrolio greggio stanno dimostrando scarsa risposta agli sviluppi ottimisti sulle relazioni commerciali USA-Cina.

Non farti sfuggire nulla!
Scopri cosa sta muovendo i mercati. Iscriviti per un aggiornamento giornaliero consegnato alla tua email.

Ultimi Articoli

Vedi tutto

Espandi Le Tue Conoscenze

Vedi tutto

Fai Trading Con Un Broker Regolamentato

  • Il tuo capitale è esposto a rischio