FXEMPIRE
Tutti
Ad
coronavirus
Stai al Sicuro, SeguiGuida
Mondo
61,981,231Confermati
1,448,942morti
42,785,341Guariti
Recupero delle informazioni sulle posizione
Pubblicita'
Pubblicita'
Barry Norman
greggio

Analisi e suggerimenti

Il greggio è aumentato di 34 centesimi raggiungendo quota 46,48, sorpassato dal Brent che si è mosso in rialzo di 42 punti, toccando quota 49,22 grazie al lieve miglioramento dei dati globali sul settore manifatturiero, pubblicati nella giornata di lunedì.  Oggi, in Asia, i prezzi del petrolio hanno sperimentato un rimbalzo, sostenuti dalla ricerca di occasioni in vista della pubblicazione dei dati del governo degli Stati Uniti, che daranno la misura della domanda di greggio della prima potenza economica mondiale.

Secondo gli analisti, i dati che verranno pubblicati dal Dipartimento per l’Energia nella giornata di mercoledì mostreranno un incremento delle scorte di greggio commerciale nella settimana conclusasi in data 30 ottobre. Normalmente, un simile risultato segnala un calo della domanda del primo consumatore mondiale di petrolio.

Nonostante i saltuari rialzi, il petrolio rimane complessivamente impantanato a causa dell’eccesso di offerta globale, che ha superato la domanda e continua a deprimere i prezzi da più di un anno. Secondo Bernard Aw, stratega di mercato presso la IG Markets di Singapore, “Le aspettative di un aumento delle scorte degli Stati Uniti frenano i tori del petrolio.”

Il rallentamento dell’economia globale, che fa seguito ai problemi della Cina, ha provocato il crollo della domanda di greggio e ha evidenziato i timori per una scarsa attività economica che non riesce ad assorbire l’eccesso di offerta, dato che i paesi esportatori di petrolio mantengono la produzione elevata. In Cina, l’indice ufficiale dei direttori degli acquisti del settore manifatturiero ha mostrato come, a ottobre, l’attività abbia subito un calo verticale per il terzo mese consecutivo.

Secondo Michael Hewson, analista di CMC Markets, “L’offerta è la questione centrale. Il petrolio rimarrà  sotto pressione, a causa del probabile aumento delle scorte e dell’immissione del greggio iraniano sul mercato nei prossimi mesi.” Ad aggravare l’eccesso di offerta, i produttori del Golfo stanno rinviando al prossimo anno dei lavori di manutenzione dei campi petroliferi, al fine di mantenere la produzione elevata e di ridurre i costi, poiché prevedono che nel 2016 i prezzi continueranno a essere bassi. Appare improbabile che l’attesa riduzione della produzione di petrolio negli Stati Uniti, provocata dai bassi prezzi, possa produrre una riduzione significativa dell’eccesso di offerta, che nel 2015 dovrebbe rimanere in media agli 1-2 milioni di barili al giorno.

FxEmpire realizza analisi dettagliate per ciascuna delle coppie valutarie e materia prima seguita. Le analisi fondamentali si dividono in tre parti. Realizziamo anche analisi mensili e previsioni al principio di ciascun mese. Infine, ci sono i nostri rapporti settimanali, con l’analisi dei dati e delle informazioni economiche.

PROGRAMMA SETTIMANALE

Il petrolio questa settimana
Pubblicazione prevista: mercoledì, all’1:00 p.m. EST (programma)

Aggiornamento benzina e diesel
Pubblicazione prevista: lunedì, tra le 4:00 e le 5:00 p.m. EST (programma)

Rapporto settimanale sullo stato del petrolio
Pubblicazione prevista: wpsrsummary.pdf, overview.pdf e le tabelle 1-14 nei formati CSV e XLS sono pubblicati sul sito web dopo le 10:30 a.m. EST di mercoledì.

Dati economici di oggi

 

Valuta

 

 

 

 

 

Evento

 

 

Attuale

 

 

Previsto

 

 

Precedente

 

 

 

 

 

 

 

 

Giappone – Giornata della Cultura

 

 

AUD

 

 

Decisione sul tasso di interesse (novembre)

 

 

2,00%

 

 

2,00%

 

 

2,00%

 

 

 

 

 

AUD

 

 

Decisione della Reserve Bank Of Australia sul tasso di interesse

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

GBP

 

 

Indice dei direttori degli acquisti del settore edilizio (ottobre)

 

 

58,8

 

 

58,8

 

 

59,9

 

 

 

 

 

NZD

 

 

Indice dei prezzi GlobalDairyTrade

 

 

 

 

 

 

 

 

-3,1%

 

 

 

 

 

USD

 

 

Ordinativi industriali (m/m) (settembre)

 

 

 

 

 

-0,9%

 

 

-1,7%

 

 

 

 

 

EUR

 

 

Intervento di Draghi, presidente della BCE

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Prossimi eventi economici di rilievo 

Mercoledì, 4 novembre 2015

 

Valuta

 

 

Evento

 

 

Attuale

 

 

Previsto

 

 

Precedente

 

 

USD

 

 

Rapporto settimanale API sulle scorte di petrolio

 

 

 

 

 

 

 

 

4,100M

 

 

NZD

 

 

Tasso di disoccupazione (T3)

 

 

 

 

 

6,0%

 

 

5,9%

 

 

AUD

 

 

Vendite al dettaglio (m/m) (settembre)

 

 

 

 

 

0,4%

 

 

0,4%

 

 

AUD

 

 

Bilancia commerciale (settembre)

 

 

 

 

 

-3,000 miliardi

 

 

-3,095 miliardi

 

 

CNY

 

 

Indice Caixin dei direttori degli acquisti del settore dei servizi (ottobre)

 

 

 

 

 

50,8

 

 

50,5

 

 

GBP

 

 

Indice Halifax dei prezzi delle abitazioni (m/m)

 

 

 

 

 

-0,7%

 

 

-0,9%

 

 

EUR

 

 

Germania – Indice dei direttori degli acquisti del settore dei servizi (ottobre)

 

 

 

 

 

55,2

 

 

55,2

 

 

EUR

 

 

Intervento di Draghi, presidente della BCE

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

USD

 

 

Intervento di Brainard, membro del FOMC

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

USD

 

 

Rilevazione ADP della variazione dell’occupazione nei settori non agricoli

 

 

 

 

 

180mila

 

 

200mila

 

 

USD

 

 

Bilancia commerciale (settembre)

 

 

 

 

 

-41,10 miliardi

 

 

-48,30 miliardi

 

 

USD

 

 

Indice dei direttori degli acquisti del settore dei servizi (ottobre)

 

 

 

 

 

54,6

 

 

54,4

 

 

USD

 

 

Fed Chair Yellen Testifies

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

USD

 

 

Scorte di greggio

 

 

 

 

 

 

 

 

3,376M

 

 

USD

 

 

Intervento di Dudley, membro del FOMC

 

 

Calendario delle aste dei titoli di Stato

Data Ora Paese

3 novembre 10:10 Austria Asta RAGB

4 novembre 15:30 Svezia Pubblicazione dell’asta di titoli di Stato dell’11 novembre

4 novembre non disponibile Paesi Bassi Pubblicazione dell’asta di titoli di Stato del 10 novembre

5 novembre 9:30 Spagna Asta Bonos

5 novembre 9:50 Francia Asta OAT

5 novembre 10:03 Svezia asta di titoli di Stato I/L

9 novembre 12:00 Norvegia Pubblicazione dell’asta dei titoli di Stato dell’11 novembre

9 novembre 15:30 Italia Pubblicazione dell’asta BTP/CCTeu del 12 novembre

9 novembre Non disponibile Stati Uniti Asta di titoli di Stato a 3 anni

10 novembre 10:30 Regno Unito Asta Gilt con tasso di interesse dello 0,125% e scadenza nel 2058 I/L

10 novembre Non disponibile Paesi Bassi Asta DSL del valore di 2,0-3,0 miliardi di euro con tasso di interesse dello 0% e scadenza ad aprile 2018

10 novembre Non disponibile Stati Uniti Asta di titoli di Stato a 10 anni

11 novembre 10:03 Svezia Asta di titoli di Stato

11 novembre 11:15 Norvegia Asta di titoli di Stato

11 novembre 10:30 Germania Asta Bobl del valore di 30 miliardi di euro con tasso di interesse dello 0,25% e scadenza nel 2020

12 novembre 10:10 Italia Asta BTP/CCTeu

12 novembre 10:30 Regno Unito Asta Gilt con tasso di interesse del 4,25% e scadenza nel 2039

12 novembre Non disponibile Stati Uniti Asta di titoli di Stato a 30 anni

 

 

Pubblicita'
Non farti sfuggire nulla!
Scopri cosa sta muovendo i mercati. Iscriviti per un aggiornamento giornaliero consegnato alla tua email.

Fai Trading Con Un Broker Regolamentato

  • Il tuo capitale è esposto a rischio
IMPORTANT DISCLAIMERS
The content provided on the website includes general news and publications, our personal analysis and opinions, and contents provided by third parties, which are intended for educational and research purposes only. It does not constitute, and should not be read as, any recommendation or advice to take any action whatsoever, including to make any investment or buy any product. When making any financial decision, you should perform your own due diligence checks, apply your own discretion and consult your competent advisors. The content of the website is not personally directed to you, and we does not take into account your financial situation or needs.The information contained in this website is not necessarily provided in real-time nor is it necessarily accurate. Prices provided herein may be provided by market makers and not by exchanges.Any trading or other financial decision you make shall be at your full responsibility, and you must not rely on any information provided through the website. FX Empire does not provide any warranty regarding any of the information contained in the website, and shall bear no responsibility for any trading losses you might incur as a result of using any information contained in the website.The website may include advertisements and other promotional contents, and FX Empire may receive compensation from third parties in connection with the content. FX Empire does not endorse any third party or recommends using any third party's services, and does not assume responsibility for your use of any such third party's website or services.FX Empire and its employees, officers, subsidiaries and associates, are not liable nor shall they be held liable for any loss or damage resulting from your use of the website or reliance on the information provided on this website.
RISK DISCLAIMER
This website includes information about cryptocurrencies, contracts for difference (CFDs) and other financial instruments, and about brokers, exchanges and other entities trading in such instruments. Both cryptocurrencies and CFDs are complex instruments and come with a high risk of losing money. You should carefully consider whether you understand how these instruments work and whether you can afford to take the high risk of losing your money.FX Empire encourages you to perform your own research before making any investment decision, and to avoid investing in any financial instrument which you do not fully understand how it works and what are the risks involved.
SEGUICI