Petrolio, Analisi Fondamentale Post Dato – Rigs diminuiscono negli USA

La conta dei rigs operativi mostra una diminuzione negli stati uniti, mentre aumentano nettamente gli impianti di trivellazione nel Canada
Armando Madeo

Quando ormai mancano poche ore alla chiusura dei mercati finanziari l’ultimo giorno di contrattazione del mese di Giugno si chiude con il petrolio in netto rialzo a New York, forte del risultato più che positivo proveniente dalla conta dei rigs effettuata dalla Baker Hughes.

 

I rigs nella settimana precedente sono diminuiti di 5 unità, 4 in meno quelli del petrolio che salgono ad un totale di 858, 1 in meno quelli del gas che ora si attestano a 187. In controtendenza il dato Canadese con i rigs che in questo caso aumentano di + 12 unità, ma che rispetto all’anno precedente sono 17 impianti in meno.

 

Questione Iran

Nel mentre in Iran campeggia la protesta;  nel Gran Bazar di Teheran centinaia di negozianti arrabbiati denunciavano una brusca caduta del valore della valuta iraniana.

I problemi di economia domestica sono una grande sfida, ma gli analisti si aspettano che la leadership sopravviverà nonostante le lotte intestine e problemi economici crescenti.

Tuttavia, le proteste del fine settimana hanno acquisito rapidamente un vantaggio politico, con la gente che urlava slogan contro l’autorità suprema iraniana, il leader supremo Ayatollah Ali Khamenei e altri alti funzionari, definendoli ladri che dovevano dimettersi.

I mercanti di bazaar, per lo più fedeli alla leadership dalla Rivoluzione Islamica del 1979, sono arrabbiati per quello che considerano una risposta confusa del governo alla crisi, accusand i funzionari di far lievatare i prezzi, svalutare il rial e svilire il commercio.

Il rial ha perso il 40% del suo valore dal mese scorso, quando il presidente Donald Trump ha ritiratogli Stati Uniti dall’accordo sul nucleare ed ha annunciato sanzioni contro Teheran.

Questi includono un tentativo di chiudere la vendita internazionale del petrolio iraniano, la principale fonte di reddito di Teheran, una minaccia che ha gettato un brutto raffreddore sull’economia.

“Il paese è sotto pressione da dentro e fuori. Ma sembra che non ci sia un piano di gestione delle crisi per controllare la situazione “, ha detto un funzionario vicino al campo di Khamenei.

Il pieno impatto del ritiro di Trump dall’accordo nucleare e la mossa di Washington per impedire ai paesi stranieri di fare affari con l’Iran, potrebbe non essere chiaro per mesi.

I firmatari europei sperano di salvare l’accordo – in base al quale la maggior parte delle sanzioni è stata revocata e l’Iran ha frenato il suo programma nucleare – ma ci sono dubbi che possano mantenerlo in vita.

Le compagnie francesi Total e Peugeot, ad esempio, hanno dichiarato che si ritireranno dall’Iran piuttosto che rischiano di essere escluse dal sistema finanziario statunitense, dal momento che Washington minaccia di utilizzare lo status di valuta del dollaro per punire chiunque interferisca con il suo ha accresciuto la politica dell’Iran.

L’Iran ha incolpato le sanzioni statunitensi per la caduta del rial, dicendo che le misure equivalgono ad una guerra “politica, psicologica ed economica” a Teheran – sebbene alcuni funzionari riconoscano che la minaccia ha messo in luce gravi mancanze in patria.

“Le sanzioni non possono essere incolpate di tutti i problemi interni. Devono ancora essere implementati “, ha detto un secondo funzionario, familiarizzato con il processo decisionale dell’Iran.

Washington ammette che tutti i paesi devono porre fine alle importazioni di greggio dall’Iran entro il 4 novembre, colpendo le vendite di petrolio che generano il 60% del reddito del paese. L’Iran dice che questo livello di tagli non accadrà mai.

Non farti sfuggire nulla!

Scopri cosa sta muovendo i mercati. Iscriviti per un aggiornamento giornaliero consegnato alla tua email.

Ultimi Articoli

Vedi tutto

Espandi Le Tue Conoscenze

Vedi tutto
IMPORTANT DISCLAIMERS
The content provided on the website includes general news and publications, our personal analysis and opinions, and contents provided by third parties, which are intended for educational and research purposes only. It does not constitute, and should not be read as, any recommendation or advice to take any action whatsoever, including to make any investment or buy any product. When making any financial decision, you should perform your own due diligence checks, apply your own discretion and consult your competent advisors. The content of the website is not personally directed to you, and we does not take into account your financial situation or needs.The information contained in this website is not necessarily provided in real-time nor is it necessarily accurate. Prices provided herein may be provided by market makers and not by exchanges.Any trading or other financial decision you make shall be at your full responsibility, and you must not rely on any information provided through the website. FX Empire does not provide any warranty regarding any of the information contained in the website, and shall bear no responsibility for any trading losses you might incur as a result of using any information contained in the website.The website may include advertisements and other promotional contents, and FX Empire may receive compensation from third parties in connection with the content. FX Empire does not endorse any third party or recommends using any third party's services, and does not assume responsibility for your use of any such third party's website or services.FX Empire and its employees, officers, subsidiaries and associates, are not liable nor shall they be held liable for any loss or damage resulting from your use of the website or reliance on the information provided on this website.
RISK DISCLAIMER
This website includes information about cryptocurrencies, contracts for difference (CFDs) and other financial instruments, and about brokers, exchanges and other entities trading in such instruments. Both cryptocurrencies and CFDs are complex instruments and come with a high risk of losing money. You should carefully consider whether you understand how these instruments work and whether you can afford to take the high risk of losing your money.FX Empire encourages you to perform your own research before making any investment decision, and to avoid investing in any financial instrument which you do not fully understand how it works and what are the risks involved.
SEGUICI