Petrolio: analisi fondamentale giornaliera, previsioni – Le speranze in un calo di produzione da parte dell’OPEC sostengono i prezzi

Le speranze riposte nei tagli alla produzione dell’OPEC continueranno probabilmente a sostenere i prezzi; tuttavia, a meno che non ci siano prove di progressi nei negoziati commerciali tra Stati Uniti e Cina, i guadagni saranno limitati.
James Hyerczyk

Poco prima dell’apertura della sessione regolare, i future sul petrolio greggio WTI e sullo standard internazionale Brent si muovono in ribasso, dopo aver ceduto i guadagni precedenti. L’azione dei prezzi rimane tuttavia fiacca, con i venditori che limitano i guadagni a causa delle preoccupazioni per l’indebolimento della domanda e gli acquirenti che sostengono il mercato nella speranza di una riduzione della produzione da parte dell’OPEC.

Alle 10:14 GMT, i future sul petrolio greggio WTI con scadenza a settembre si attestano a $54,86, in calo di $0,07 (-0,15%), mentre i future sul petrolio greggio Brent si attestano a $58,48, in calo di $0,09 (-0,15%).

Il commercio è lento anche perché i trader stanno passando dal contratto future di settembre a quello di ottobre.

I trader sperano che i tagli alla produzione dell’OPEC fermino il declino

L’OPEC ha sostenuto i prezzi poiché, insieme ad altri produttori non OPEC, ha deciso di tagliare 1,2 milioni di barili al giorno (bpd). Tuttavia, una combinazione tra l’aumento della produzione statunitense e l’indebolimento della crescita della domanda di petrolio a causa della disputa commerciale tra gli Stati Uniti e la Cina ha frenato il mercato.

I trader sperano che l’OPEC e i suoi alleati concordino ulteriori tagli per aiutare a sostenere i prezzi.

“Sebbene le prospettive rimangano desolanti, i prezzi del petrolio sono rimasti ancorati questa settimana dopo la rapida risposta dell’Arabia Saudita, seriamente intenzionata ad intervenire per difendere il prezzo del petrolio”, ha dichiarato Stephen Innes, Managing Partner di VM Markets, in una nota.

Alla fine della scorsa settimana, l’Arabia Saudita ha contribuito a sostenere i prezzi quando ha dichiarato di voler mantenere le sue esportazioni di greggio al di sotto dei 7 milioni di barili al giorno in agosto e settembre, per contribuire a ridurre le riserve globali di petrolio.

Inoltre, il Kuwait lunedì ha ribadito il proprio impegno nei confronti dei tagli all’offerta dell’OPEC+; il ministro del petrolio Khaled al-Fadhel ha infatti dichiarato che il Kuwait ha ridotto la propria produzione più di quanto richiesto dall’accordo.

L’Arabia Saudi dispone di un incentivo

L’Arabia Saudita prevede di far favorire la Saudi Aramco in quella che potrebbe essere la più grande offerta pubblica iniziale (IPO) del mondo, quindi deve supportare i prezzi prima della sua IPO. I sauditi potrebbero indurre l’OPEC e i suoi alleati ad agire in modo aggressivo per arginare la flessione dei prezzi.

Previsione giornaliera

Le speranze riposte nei tagli alla produzione dell’OPEC continueranno probabilmente a sostenere i prezzi; tuttavia, a meno che non ci siano prove di progressi nei negoziati commerciali tra Stati Uniti e Cina, i guadagni saranno limitati.

Aspettatevi la volatilità in tarda sessione, alle 20:30 GMT, quando l’American Petroleum Institute (API) pubblicherà il suo rapporto settimanale sulle scorte. I trader rialzisti sperano in un calo.

Non farti sfuggire nulla!

Scopri cosa sta muovendo i mercati. Iscriviti per un aggiornamento giornaliero consegnato alla tua email.

Ultimi Articoli

Vedi tutto

Espandi Le Tue Conoscenze

Vedi tutto

Migliori Promozioni

Migliori Broker

IMPORTANT DISCLAIMERS
The content provided on the website includes general news and publications, our personal analysis and opinions, and contents provided by third parties, which are intended for educational and research purposes only. It does not constitute, and should not be read as, any recommendation or advice to take any action whatsoever, including to make any investment or buy any product. When making any financial decision, you should perform your own due diligence checks, apply your own discretion and consult your competent advisors. The content of the website is not personally directed to you, and we does not take into account your financial situation or needs.The information contained in this website is not necessarily provided in real-time nor is it necessarily accurate. Prices provided herein may be provided by market makers and not by exchanges.Any trading or other financial decision you make shall be at your full responsibility, and you must not rely on any information provided through the website. FX Empire does not provide any warranty regarding any of the information contained in the website, and shall bear no responsibility for any trading losses you might incur as a result of using any information contained in the website.The website may include advertisements and other promotional contents, and FX Empire may receive compensation from third parties in connection with the content. FX Empire does not endorse any third party or recommends using any third party's services, and does not assume responsibility for your use of any such third party's website or services.FX Empire and its employees, officers, subsidiaries and associates, are not liable nor shall they be held liable for any loss or damage resulting from your use of the website or reliance on the information provided on this website.
RISK DISCLAIMER
This website includes information about cryptocurrencies, contracts for difference (CFDs) and other financial instruments, and about brokers, exchanges and other entities trading in such instruments. Both cryptocurrencies and CFDs are complex instruments and come with a high risk of losing money. You should carefully consider whether you understand how these instruments work and whether you can afford to take the high risk of losing your money.FX Empire encourages you to perform your own research before making any investment decision, and to avoid investing in any financial instrument which you do not fully understand how it works and what are the risks involved.
SEGUICI