Oro: analisi fondamentale giornaliera, previsioni – Ricoperture degli scoperti aggressive dopo il test riuscito dell’intervallo $ 1.272,70 – $ 1.267,30

I mercati dei rendimenti dei titoli indicano che la Fed taglierà i tassi; le azioni si indeboliscono mentre gli investitori valutano una disputa commerciale prolungata senza fine in vista. Entrambi i fattori potrebbero essere di supporto per l’oro. Tuttavia, i guadagni saranno probabilmente bassi se il dollaro continua a salire.
James Hyerczyk
Gold-Bars-3

Giovedì il prezzo dell’oro è in aumento, dopo aver testato con successo la zona chiave di ritracciamento compresa tra $ 1.272,70 e $ 1.253,00 e aver difeso il minimo annuale a $ 1.267,30. Il rialzo è stato aiutato dal calo dei rendimenti del tesoro USA e da una propensione al rischio, come risposta alle crescenti tensioni tra Stati Uniti e Cina. L’indice del dollaro statunitense sta fornendo supporto, avendo fatto marcia indietro rispetto al suo massimo precedente.

Alle 12.38 GMT, i future Comex in scadenza a giugno si attestano a $ 1.282,00, in rialzo di $ 7,80 (+0,63%).

Nel tardo mercoledì le delibere della Fed non hanno preso di sorpresa i trader, pertanto non c’è stata una vera e propria reazione; i verbali sono risultati accomodanti, nel ribadire che gli investitori dovrebbero rimanere “pazienti” e che i tassi rimarranno ai livelli attuali per lungo tempo. Il dollaro USA è aumentato in seguito all’uscita dei verbali, frenando l’oro.

C’è ancora un’incognita; la Fed non pensa a un taglio dei tassi nel prossimo futuro, ma i trader stanno valutando nel prezzo almeno un taglio dei tassi per la fine dell’anno. Nel breve termine il metallo prezioso potrebbe risollevarsi se i compratori speculativi iniziassero a prezzare un taglio dei tassi. L’oro potrebbe sviluppare un forte trend rialzista in caso di effettiva riduzione dei tassi da parte della Fed.

Ancora una volta, i politici della Fed sembrano arrivati alla festa troppo tardi: l’ultima riunione della politica monetaria della Fed ha avuto luogo l’1-2 maggio, quando tutti credevano ancora che Stati Uniti e Cina fossero vicini a un accordo commerciale. Da allora le tensioni commerciali tra le due potenze economiche sono aumentate, creando lo spauracchio di un rallentamento economico nelle economie globali e nazionali.

Questa settimana i funzionari della Fed hanno detto di essere a proprio agio con i tassi di interesse attuali; questa valutazione potrebbe però basarsi su dati accumulati prima dell’escalation delle tensioni commerciali tra Cina e Stati Uniti. I mercati dei rendimenti dei titoli indicano che la Fed taglierà i tassi; le azioni si indeboliscono mentre gli investitori valutano una disputa commerciale prolungata senza fine in vista. Entrambi i fattori potrebbero essere di supporto per l’oro. Tuttavia, i guadagni saranno probabilmente bassi se il dollaro continua a salire. Potremmo vedere picchi temporanei innescati dalle ricoperture degli scoperti, ma non è probabile che assisteremo a un rialzo prolungato a meno che l’economia degli Stati Uniti non inizi a indebolirsi e la Fed inizi a prevedere  un taglio dei tassi più avanti nell’anno.

Non farti sfuggire nulla!

Scopri cosa sta muovendo i mercati. Iscriviti per un aggiornamento giornaliero consegnato alla tua email.

Ultimi Articoli

Vedi tutto

Espandi Le Tue Conoscenze

Vedi tutto

Migliori Promozioni

Migliori Broker