FXEMPIRE
Tutti

Le azioni dell’Asia-Pacifico saltano in mezzo ai timori di recessione globale

Gli acquirenti stanno rispondendo a una ripresa dei rendimenti del Tesoro degli Stati Uniti, che potrebbe essere un segnale che il parlare di una recessione degli Stati Uniti potrebbe essere stato esagerato.
James Hyerczyk
NB

Lunedì, i principali indici azionari dell’area Asia-Pacifico sono negoziati in rialzo su tutta la linea. Gli acquirenti stanno rispondendo a una ripresa dei rendimenti del Tesoro degli Stati Uniti, che potrebbe essere un segnale che il parlare di una recessione degli Stati Uniti potrebbe essere stato esagerato. Se ricordi, gli investitori in borsa hanno premuto il pulsante di panico all’inizio della scorsa settimana quando i rendimenti dei titoli del Tesoro USA a 2 e 10 anni hanno invertito.

Per alcuni, questa inversione ha segnalato una futura recessione negli Stati Uniti, ma i soldi intelligenti sapevano che la ricerca su questo indicatore era imprecisa a causa di un ritardo medio di 22 mesi tra il segnale e la recessione effettiva. Inoltre, il mercato azionario tende a muoversi in rialzo per circa 18 mesi dopo che il segnale è stato dato.

Le preoccupazioni per una recessione degli Stati Uniti sono diminuite anche quando il presidente Trump ha annunciato che avrebbe ritardato alcuni dei dazi sui beni cinesi fino a metà dicembre. Inoltre, il rapporto sulle vendite al dettaglio di luglio degli Stati Uniti migliore del previsto indicava che la crescita economica era ancora in aumento grazie della forte spesa dei consumatori.

Alle 06:53 GMT, l’indice giapponese Nikkei 225 era negoziato a 20563,16, in rialzo di 144,35 o + 0,71%. L’indice Hang Seng di Hong Kong ha continuato a registrare una ripresa spettacolare. È negoziato a 26317,35, in rialzo di 583,13 o + 2,27% e il KOSPI della Corea del Sud è a 1939,90, in rialzo del 12,73 o + 0,66%.

In Cina, l’indice di Shanghai era negoziato a 2879,53, in rialzo del 55,71 o + 1,97% e l’S&P / ASX 200 australiano ha chiuso a 6467,40, in rialzo di 61,90 o + 0,97%.

Relazioni commerciali USA-Cina

Non ci sono stati sviluppi sulla guerra commerciale tra Stati Uniti e Cina durante il fine settimana. All’inizio della scorsa settimana, il rappresentante commerciale degli Stati Uniti Robert Lighthizer, il segretario al Tesoro Steven Mnuchin e il principale cinese Liu Ha accettato di avviare trattative telefoniche entro due settimane, secondo una dichiarazione del Ministero del Commercio cinese. Non è stato menzionato se i negoziatori si sarebbero incontrati di persona il mese prossimo a Washington, come precedentemente previsto.

Nei suoi commenti ai giornalisti, il presidente Trump ha affermato che i suoi negoziatori hanno avuto una chiamata positiva con le loro controparti cinesi e che “vorrebbero davvero fare un accordo”.

Più tardi durante la settimana, i mercati azionari asiatici hanno registrato un brusco rialzo dopo che il principale negoziatore commerciale statunitense ha dichiarato che i nuovi dazi sui beni di consumo di fabbricazione cinese, inclusi telefoni cellulari, giocattoli e console per videogiochi, sarebbero stati ritardati fino al 15 dicembre. Trump ha dichiarato che la mossa è stata progettata in parte per evitare qualsiasi dolore per i consumatori durante le festività natalizie.

Giovedì, la Cina ha annunciato che avrebbe preso le “necessarie contromisure” se il presidente Trump avesse applicato i dazi che entreranno in vigore il 1 ° settembre, continuando l’escalation avanti e indietro della guerra commerciale anche quando il conflitto aumenta i timori di un rallentamento economico globale.

 

Non farti sfuggire nulla!
Scopri cosa sta muovendo i mercati. Iscriviti per un aggiornamento giornaliero consegnato alla tua email.

Ultimi Articoli

Vedi tutto

Espandi Le Tue Conoscenze

Vedi tutto
IMPORTANT DISCLAIMERS
The content provided on the website includes general news and publications, our personal analysis and opinions, and contents provided by third parties, which are intended for educational and research purposes only. It does not constitute, and should not be read as, any recommendation or advice to take any action whatsoever, including to make any investment or buy any product. When making any financial decision, you should perform your own due diligence checks, apply your own discretion and consult your competent advisors. The content of the website is not personally directed to you, and we does not take into account your financial situation or needs.The information contained in this website is not necessarily provided in real-time nor is it necessarily accurate. Prices provided herein may be provided by market makers and not by exchanges.Any trading or other financial decision you make shall be at your full responsibility, and you must not rely on any information provided through the website. FX Empire does not provide any warranty regarding any of the information contained in the website, and shall bear no responsibility for any trading losses you might incur as a result of using any information contained in the website.The website may include advertisements and other promotional contents, and FX Empire may receive compensation from third parties in connection with the content. FX Empire does not endorse any third party or recommends using any third party's services, and does not assume responsibility for your use of any such third party's website or services.FX Empire and its employees, officers, subsidiaries and associates, are not liable nor shall they be held liable for any loss or damage resulting from your use of the website or reliance on the information provided on this website.
RISK DISCLAIMER
This website includes information about cryptocurrencies, contracts for difference (CFDs) and other financial instruments, and about brokers, exchanges and other entities trading in such instruments. Both cryptocurrencies and CFDs are complex instruments and come with a high risk of losing money. You should carefully consider whether you understand how these instruments work and whether you can afford to take the high risk of losing your money.FX Empire encourages you to perform your own research before making any investment decision, and to avoid investing in any financial instrument which you do not fully understand how it works and what are the risks involved.
SEGUICI