FXEMPIRE
Tutti
coronavirus
Stai al Sicuro, SeguiGuida
Mondo
11,556,641Confermati
536,776morti
6,534,851Guariti
Recupero delle informazioni sulle posizione
Pubblicita'
Pubblicita'
James Hyerczyk
gas pipeline

Continua l’egemonia sul mercato dal gas naturale dei venditori allo scoperto dall’inizio di giovedì, poco prima dell’apertura della regolare sessione e della pubblicazione del report governativo sulle scorte delle 14:30 GMT.

La spinta al ribasso ha preso vigore durante tutta la settimana, seguendo il break del minimo del 7 maggio a $ 2,711, mettendo i contratti future più attivi nella posizione di sfidare il minimo del 12 febbraio a $ 2,667 e il minimo del 5 gennaio a $ 2,667.

Alle 08:45 GMT, il gas naturale di settembre si attesta a $ 2,668, in calo di $0,005 o dello -0,19%.

La price action della settimana indica che la prospettiva di basse scorte invernali non preoccupa troppo i traders, dato che questa settimana si prevede una crescita al di sotto della media. Inoltre, secondo i report, i prezzi più bassi di realizzo trainati dalle previsioni a breve termine di temperature più basse stanno contribuendo a trascinare al ribasso il mercato durante la settimana.

La svendita attuale suggerisce che il caldo non preoccupa troppo i trader, che sono stati indotti a reagire ai livelli record nella produzione. Questo sta anche a significare che una volta cessata la forte domanda per gli impianti di condizionamento gli alti livelli di produzione potrebbero rapidamente colmare il gap di offerta attuale.

Dall’altro lato, un’altra cappa di calore persistente a fine luglio o all’inizio di agosto potrebbe far girare i prezzi abbastanza velocemente, specialmente nel caso in cui incoraggiasse i venditori allo scoperto a coprire in modo aggressivo le posizioni.

Previsioni

Guardando all’odierno report settimanale di stoccaggio dell’EIA statunitense, gli operatori si stanno muovendo in anticipo in previsione di un aumento delle scorte più basso rispetto alla media di questa settimana.

Bloomberg prevede un aumento medio di 56 miliardi di piedi cubi per la settimana conclusasi il 13 luglio, con stime che vanno da 44 a 65 miliardi di piedi cubi.

I consulenti IAF si aspettano un aumento da 56 miliardi di piedi cubi, mentre martedì l’indice ICE Financial Weekly sui contratti future prevedeva un’iniezione di 54 miliardi di piedi cubi.

L’anno scorso l’EIA registrava un’iniezione di 31 miliardi di piedi cubi, con una media quinquennale di 62 miliardi di piedi cubi. La scorsa settimana, l’EIA ha registrato un aumento di 51 miliardi di piedi cubi per il la settimana conclusa il 6 luglio, ben al di sotto della media quinquennale di 77 miliardi di piedi cubi.

 A questo punto si può tranquillamente affermare che il mercato smetterà di andare al ribasso non appena si esauriranno i venditori.

Pubblicita'
Non farti sfuggire nulla!
Scopri cosa sta muovendo i mercati. Iscriviti per un aggiornamento giornaliero consegnato alla tua email.

Ultimi Articoli

Vedi tutto

Espandi Le Tue Conoscenze

Vedi tutto

Fai Trading Con Un Broker Regolamentato

  • Il tuo capitale è esposto a rischio