Gas naturale, analisi fondamentale giornaliera, previsione – I prezzi si abbassano mentre svaniscono le preoccupazioni circa la produzione

La notizia che i problemi riguardante la produzione saranno probabilmente risolti nel breve termine potrebbe mantenere sotto controllo i prezzi, tuttavia, è probabile che le previsioni circa un maggiore consumo dei generatori di energia, più di quanto precedentemente previsto per produrre elettricità e per soddisfare la domanda di raffreddamento più elevata nelle prossime due settimane, forniranno supporto.
James Hyerczyk

I futures sul gas naturale vengono scambiati al ribasso all’inizio di martedì dopo aver raggiunto il massimo di cinque settimane ieri. Il rialzo è stato alimentato da una combinazione di eventi tra cui previsioni circa l’aumento della domanda di raffreddamento nel corso del mese e un calo imprevisto della produzione.

L’azione dei prezzi di inizio giornata suggerisce che le previsioni meteo potrebbero essere di supporto, ma la produzione perduta potrebbe essere un evento rilevante solo nel breve termine. Ciò significa che i trader dovrebbero prepararsi a dei movimenti volatili e bilaterali nel breve termine fino all’inizio della stagione estiva di raffreddamento.

Alle 09:32 GMT, i futures sul gas naturale di luglio venivano scambiati a 2,671$, in ribasso di 0,028$ o -1,04%.

I problemi riguardanti la produzione riducono l’output

I prezzi sono saliti lunedì per via di un report sui problemi delle attrezzature nel West Virginia. “La produzione negli stati del Lower 48 è scesa al minimo di sei mesi pari a 86,2 bfc al giorno (bcfd) domenica dagli 89,3 bfc di sabato a causa di un forte calo soprattutto nel West Virginia e nel Golfo del Messico, secondo i dati di Refinitiv Eikon “Questo valore è ben al di sotto del massimo giornaliero di 90,4 bfcd registrato il 29 marzo.”

Previsioni del tempo a breve termine

Secondo NatGasWeather, dal 20 maggio al 26 maggio, “Sistemi meteorologici con rovesci e forti temporali colpiranno l’Occidente e le Pianure con massime tra i 50s e 60s. Il Texas e la costa del Medio Atlantico registreranno massime tra gli 85s e 90s, a causa dell’aumento della pressione, e temperature più alte nel sud-est. Piogge abbondanti colpiranno la zona dei Grandi Laghi e del Nordest tra lunedì e martedì, mentre le massime tra Chicago e New York saranno comprese tra 60s e 80s. Nel complesso, la domanda sarà moderata a causa delle condizioni di caldo negli Stati Uniti meridionali.

Gli speculatori riducono le posizioni long

Secondo la Commodity Futures Trading Commission (CFTC), gli speculatori del gas degli Stati Uniti hanno ridotto le loro posizioni long la settimana scorsa per l’ottava settimana consecutiva per la prima volta da gennaio, scommettendo sul calo dei prezzi considerando che tutto il gas in eccesso immagazzinato utilizzato dalle utenze ritornerà ai suoi livelli normali a partire dalla stagione invernale del 2020/2021.

Gli speculatori nei quattro principali mercati di NYMEX e ICE hanno ridotto le loro posizioni rialziste di 1.076 contratti arrivando a 41.826 durante settimana del 14 maggio, il minimo da maggio 2016.

Primo sguardo al report sullo stoccaggio

Reuters riporta che le utenze hanno probabilmente aggiunto 104 bfc di gas alle scorte durante la settimana conclusasi il 17 maggio. Ciò si confronta con un accumulo di 93 bfc durante la stessa settimana dello scorso anno e un aumento della media a cinque anni (2014-2018) di 88 Bcf nello stesso periodo.

Previsione giornaliera

I prezzi sono sotto pressione all’inizio di martedì, perché probabilmente i problemi relativi alle attrezzature che riducono la produzione in West Virginia verranno risolti a breve. La Columbia Gas Transmission (TCO) ha detto che i problemi che interessano il suo gasdotto nella West Virginia relativi ad un impianto MarkWest dovrebbe essere probabilmente risolti entro lunedì.

La notizia che i problemi riguardante la produzione saranno probabilmente risolti nel breve termine potrebbe mantenere sotto controllo i prezzi, tuttavia, è probabile che le previsioni circa un maggiore consumo dei generatori di energia, più di quanto precedentemente previsto per produrre elettricità e per soddisfare la domanda di raffreddamento più elevata nelle prossime due settimane, forniranno supporto.

Data questa situazione, la zona di ritracciamento tra 2,667$ e 2,713$ rischia di essere una resistenza nel breve periodo.

I nuovi range vanno da 2,534$ a 2,731$ e 2,550$ a 2,731$. Le loro zone di ritracciamento tra 2,661$ e 2,619$ e tra 2,632$ e 2,609$ si sovrappongono formando una zona di supporto. Diverse zone si sono formate tra 2,63$ e 2,632$ e tra 2,619$ e 2,609$.

È probabile che una correzione verso queste zone attirerà nuovi acquirenti.

Non farti sfuggire nulla!

Scopri cosa sta muovendo i mercati. Iscriviti per un aggiornamento giornaliero consegnato alla tua email.

Ultimi Articoli

Vedi tutto

Espandi Le Tue Conoscenze

Vedi tutto

Migliori Promozioni

Migliori Broker