FXEMPIRE
Tutti
coronavirus
Stai al Sicuro, SeguiGuida
Mondo
6,484,939Confermati
382,368morti
3,010,483Guariti
Recupero delle informazioni sulle posizione
Pubblicita'
Pubblicita'

Analisi fondamentale settimanale sui prezzi dell’oro – Una vittoria dei democratici potrebbe significare la rovina per il mercato azionario e aumentare l’interesse nell’oro come bene rifugio

Una vittoria dei democratici potrebbe causare dei problemi perché andrebbe a indebolire la leadership del presidente Trump. I trader potrebbero interpretarla come l’inizio della fine della ripresa economica e, se i democratici conquistassero il controllo del Congresso, la quotazione dell’oro potrebbe crescere mentre il mercato azionario potrebbe subire il colpo, una dinamica che aumenterebbe l’interesse dell’oro come bene rifugio.
James Hyerczyk

La scorsa settimana, i future sull’oro hanno fatto registrare una certa volatilità, chiudendo in lieve ribasso. La volatilità è stata in gran parte alimentata dall’andamento del dollaro USA, che è stato a sua volta influenzato: dai dati economici degli Stati Uniti, dalla volatilità del mercato azionario e dai report di un possibile accordo commerciale tra Stati Uniti e Cina. In fine, gli investitori sono stati influenzati principalmente dalla prospettiva di ulteriori rialzi dei tassi negli Stati Uniti ad opera della Federal Reserve, e gli stessi rendimenti dei titoli di Stato USA riprendono a salire.

La scorsa settimana, i future Comex Gold di dicembre si sono attestati a 1.233,30$, perdendo 2,5$ con un -0.20%.

Il dollaro USA è stato sostenuto dalla solidità dei dati economici che probabilmente permetteranno alla Fed un rialzo dei tassi a dicembre e almeno altri tre nel 2019.

Il Conference Board’s Consumer Confidence è arrivato a 137,9, superando la stima di 136,3. Il mese precedente è stato rivisto al ribasso a 135,3, ma ciò non ha avuto rilevanza per gli investitori.

L’ISM Manufacturing PMI è risultato inferiore alle attese con un valore di 57,7, contro una previsione di 59,0.

Il report di venerdì sui posti di lavoro degli Stati Uniti del mese di ottobre ha mostrato un incremento occupazionale per i settori non agricoli di 250.000 unità, contro una previsione di 194.000, tuttavia, il mese precedente è stato rivisto al ribasso a 118.000. Il tasso di disoccupazione si è attestato al 3,7%, come previsto. La paga oraria media è cresciuta dello 0,2%, mentre i salari sono aumentati del 3,14% negli ultimi 12 mesi fino alla fine di ottobre.

Ad inizio settimana, la maggior parte della pressione ribassista subita dall’oro è stata alimentata da un rialzo del dollaro USA, la scorsa settimana la banconota verde ha toccato il suo massimo degli ultimi 16 mesi contro un paniere di valute, ma l’oro è risalito il giovedì dopo che il dollaro ha mostrato segni di debolezza.

Il dollaro è sceso mentre l’oro si è radunato dopo che la sterlina britannica ha registrato il suo più grande guadagno giornaliero degli ultimi nove mesi, e secondo dei report: Londra è vicina al suggellamento di un accordo finanziario con Bruxelles.

In chiusura di giovedì/inizio di venerdì, il dollaro è stato colpito ancora più duramente dalla speranza che la Cina aumentasse gli stimoli fiscali. Anche l’uscita degli hedge dagli investimenti nel dollaro statunitense ha contribuito ad incrementare la debolezza, gli investitori hanno venduto le loro posizioni sul dollaro acquistate come bene rifugio dopo la risalita dei mercati azionari globali a seguito di un tweet del presidente Trump che ha dichiarato di avere avuto un “ottimo” colloquio con il presidente cinese, Xi Jinping, sulle tematiche commerciali e a riguardo della Corea del Nord, e che i due si sarebbero incontrati al prossimo vertice del G-20. Venerdì, il biglietto verde ha subito ulteriori pressioni dopo che Bloomberg ha dichiarato che Trump era in cerca di un accordo commerciale con il presidente cinese Xi Jinping.

Durante la giornata di venerdì, dopo il rilascio di un report sui posti di lavoro degli Stati Uniti con dati molto positivi, il dollaro è salito e l’oro ha subito una flessione. La crescita dei posti di lavoro negli Stati Uniti nel mese di ottobre ha registrato un incremento considerevole e le retribuzioni hanno riportato il loro maggior incremento annuale degli ultimi 9 anni e mezzo, tali dati dovrebbero mantenere le convinzioni riguardanti gli ulteriori aumenti dei tassi da parte della Fed.

Dopo che un alto funzionario dell’amministrazione Trump ha dichiarato falsa la relazione di un possibile accordo commerciale con la Cina (secondo la CNBC), gli acquirenti di beni rifugio sono tornati nel tardo venerdì, consentendo all’indice del dollaro statunitense di recuperare alcune delle perdite subite in chiusura di settimana.

Previsioni

Il problema del mercato dell’oro in questo momento è l’aspettativa su l’aumento dei tassi di interesse, inoltre, non si sa come interpretare l’asset: bene rifugio o investimento. Quindi devo concludere, che è meglio guardare la direzione del dollaro USA, e successivamente cercare di inquadrare l’identità dell’oro.

Questa settimana verranno rilasciati dei dati economici che potrebbero influenzare i prezzi dell’oro, questi includono: l’ISM Non-Manufacturing PMI e il Producer Inflation.

Giovedì, la Federal Reserve statunitense rilascerà anche la sua ultima decisione sulla politica monetaria, è ampiamente previsto che il tasso di riferimento rimanga invariato al 2,25%. Tuttavia, gli investitori saranno più interessati alle dichiarazioni che potrebbero includere dei commenti sulla volatilità del mercato azionario.

La wild card di questa settimana è l’elezione di metà mandato che avrà luogo martedì negli Stati Uniti, i risultati sono troppo difficili da prevedere. Tutto quello che possiamo dire è che è prevista una certa volatilità in entrambi i casi.

Se i repubblicani vincessero, verrebbe confermato lo status quo. Il mercato azionario potrebbe risalire e l’oro potrebbe subire il contraccolpo. Dipende dalla direzione del dollaro USA, perché alcuni dei punti di forza del dollaro arrivano dall’aumento dei tassi di interesse mentre altri vedono la banconota verde come un bene rifugio.

Una vittoria dei democratici potrebbe causare dei problemi perché andrebbe a indebolire la leadership del presidente Trump. I trader potrebbero interpretarla come l’inizio della fine della ripresa economica e, se i democratici conquistassero il controllo del Congresso, la quotazione dell’oro potrebbe crescere mentre il mercato azionario potrebbe subire il colpo, una dinamica che aumenterebbe l’interesse dell’oro come bene rifugio.

Pubblicita'
Non farti sfuggire nulla!
Scopri cosa sta muovendo i mercati. Iscriviti per un aggiornamento giornaliero consegnato alla tua email.

Ultimi Articoli

Vedi tutto

Espandi Le Tue Conoscenze

Vedi tutto

Fai Trading Con Un Broker Regolamentato

  • Il tuo capitale è esposto a rischio